POSSEDEVA UNA FERRARI, MA EVADEVA IL FISCO

166

Le indagini si sono concentrate nel periodo che va dal 2006 al 2009, quando il cinquantatreenne Francesco Curatolo, originario di Castelluzzo ma residente a Milano, si occupa con successo di una cooperativa di logistica per le imprese. Il 30 dicembre 2009 però viene posta in liquidazione e trasferita da Paderno Dugnano, provincia di Milano, a Trapani. Il liquidatore è un extracomunitario marocchino poi irreperibile.
La Guardia di Finanza, dopo varie ed attente indagini, accerta un’evasione di IVA pari a oltre 1,5 milioni di euro, più un omesso versamento di ritenute per un totale di 500 mila euro, più l’appropriazione indebita di altri 3 milioni di euro sottratti alla cooperativa e con la complicità di altre quattro persone. Beni quindi sequestrati all’imprenditore dopo tutti gli accertamenti coordinati dal Sostituto Procuratore Dino Petralia.
Il Curatolo, con le mani in pasta anche nel settore della ristorazione e della caffetteria, nel frattempo viaggiava a bordo di una sfrecciante e invidiabile Ferrari. La rossa però è stata sequestrata insieme agli altri beni per il mega-debito accumulato dall’imprenditore.

SHARE