Fabrizio Fonte: ai sindaci il compito di portare avanti la Grande Erice

65

Fabrizio Fonte, promotore del progetto per la Grande Erice, analizza il punto della situazione dopo lo scioglimento dei consigli provinciali ed in attesa della nascita dei liberi consorzi di Comuni.

«Sono particolarmente soddisfatto – afferma Fonte – che il tema della Grande Erice sia stato centrale nel dibattito politico di queste ultime amministrative in tutti i Comuni dell’agro-ericino. Alcuni amici ci suggerivano di coinvolgere, in questo nostro progetto di realizzare un consorzio tra i comuni ericini, maggiormente i cittadini e non solo le classi dirigenti. Abbiamo deciso, in tal senso, di inserire nei loghi elettorali la dicitura #granderice, in modo tale che tutti fossero a conoscenza di questa nostra proposta. Io stesso – continua Fabrizio Fonte – sono intervenuto in numerose piazze a sostegno del progetto. Oggi mi sento di dire che le condizioni di agibilità politica ci sono tutte affinché diventi realtà la possibilità, attraverso questo libero consorzio, di ridurre le spese e migliorare i servizi per i nostri concittadini. Da quello che ci è dato sapere, infatti, entro la pausa estiva terminerà il lavoro preparatorio da parte di quattro gruppi di lavoro voluti dall’Assessorato regionale alle Autonomie locali e subito dopo partirà la richiesta agli Enti locali su come si vorranno aggregare. Al momento si parla di realizzare ben trentatre liberi consorzi e tre aree metropolitane (Palermo, Catania e Messina). Adesso – conclude Fonte – spetta ai nostri Sindaci portare avanti l’iniziativa della Grande Erice nelle opportune sedi istituzionali, facendosi forti anche di un dato identitario, che oggi va riconsiderato altresì in chiave economica, lungo qualcosa come tremila anni».

 

SHARE