Arrestati 2 giovani trapanesi dopo aver rubato una moto

96

Furto. Questa l’accusa con cui stamattina due pregiudicati trapanesi, Gigante Alessio 23enne e Mancuso Mariano Daniele, 19enne,sono stati tratti in arresto dopo aver rubato una moto da corsa Yamaha XT 600

Doveva essere per questi l’ennesimo colpo facile da portare a termine, privo di rischi e ben remunerato.
 I due, infatti, avevano preso di mira  una moto da corsa Yamaha XT 600 che l’ignaro proprietario aveva parcheggiato nella via Barlotta di Trapani.
Pochi attimi e il mezzo con non comune abilità e fredda determinazione veniva messo in moto e si dileguava nel dedalo di vie della zona vecchia della città.Allo sfortunato proprietario non è rimasto da fare altro che sporgere denuncia presso la Stazione Carabinieri di Trapani.
Immediate le indagini avviate dai militari che in pochi giorni sono riusciti a risalire alle generalità dei due giovani pregiudicati sottoponendo le loro responsabilità al vaglio della Autorità Giudiziaria.Il Sostituto Procuratore della Repubblica di Trapani Franco Belvisi, che ha coordinato le indagini, condividendo il risultato investigativo dei Carabinieri ha quindi richiesto ed ottenuto dal Gip del Tribunale di Trapani, dott.ssa Lucia Fontana, l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei due pregiudicati, che è stata subito eseguita dai militari delle Stazioni di Trapani e Borgo Annunziata, sottoponendo i due giovani arrestati alla misura degli arresti domiciliari.L’ennesimo successo operativo dei Carabinieri della Compagnia di Trapani conferma la necessità di collaborazione dei cittadini, che devono acquisire la consapevolezza di denunciare sempre in maniera convinta e tempestiva i reati di cui rimangono vittima; l’esecuzione della misura cautelare arriva dopo la raffica di arresti dei giorni scorsi, in particolare per i reati di furto, su cui i Carabinieri della Compagnia del capoluogo hanno intensificato i servizi e ponendo particolare attenzione per garantire un’estate serena ai residenti e ai turisti che in questo periodo raggiungono le nostre città.

SHARE