A Favignana “Mattonelle QR-code” tra palazzi storici e siti di particolare pregio

86

Il Comune di Favignana, puntando a un servizio turistico più competitivo e all’avanguardia, ha finanziato un progetto per la realizzazione di “mattonelle QR-code”. Si tratta di un codice a barre bidimensionale composto da moduli neri disposti all’interno di uno schema di forma quadrata. Tale supporto è utilizzato per memorizzare informazioni destinate ad essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone, e rappresenta  un mezzo di comunicazione molto attuale che ha svariati impieghi. Sfruttando la tecnologia dei QR-code il Comune di Favignana ha individuato 8 punti di interesse turistico nell’isola di Favignana, tra palazzi storici e siti di particolare pregio naturalistico. I punti in cui sono state installate le mattonelle QR-code  sono i seguenti:

Palazzo comunale, Arena di cava Sant’Anna, Palzzo Florio, Sede dell’AMP Isole Egadi, Bue Marino, Camparia, Ex Stabilimento Florio e Cala Azzurra. I turisti e i visitatori dotati di smartphone potranno leggere i codici sulle piastrelle e conoscere, attraverso testi bilingue e foto, la storia e le curiosità dei monumenti e dei luoghi ove sono poste le mattonelle, ed ottenere utili contatti per trascorrere al meglio il loro soggiorno.

<Una metodologia all’avanguardia – dice il sindaco, Giuseppe Pagoto – un progetto sperimentale che, crediamo, abbia tutte le caratteristiche per essere esteso come esempio di applicazione della nuova tecnologia, per l’esportazione turistica>.

La realizzazione delle “mattonelle QR-code” è stata curata dalla società  Better Days di Milano.

I testi e le foto sono a cura della dottoressa Deborah Piredda e le traduzioni in inglese a cura di Veronica Giangrasso.

 

SHARE