Simone Bica è il Re di Cornino – vince il Dj Contest 2013

181

Davanti ad un pubblico di circa 3000 persone ha avuto luogo il 14 Notte a Cornino, nella piazza della baia, un evento musicale organizzato dalla Sicily Love Event,  con il patrocinio del Comune di Custonaci. Dalla musica pop a quella rock, da quella commerciale a l’house, dai JXJ a Giorgio Prezioso,  ospite d’onore e giurato del 1° Dj contest Cornino.

All’ evento condotto da Nicola Augugliaro e Claudia Parrinello hanno partecipato sei  deejay provenienti da tutta la provincia, mentre Pietro Rizzo e Tore Fileccia ( i vocalist) animavano il pubblico durante le esibizioni.  La giuria a fine serata si è espressa scegliendo i vincitori: al 3° posto  Gabriel D’Avino, al 2° posto  Vito Buffa, il re della notte di ferragosto, votato all’unanimità, è  stato Simone Bica, che si è portato a casa l’ambito trofeo.

Simone Bica – Vincitore 1 dj Contest Cornino 2013

Simone Bica è sicuramente uno dei protagonisti più interessanti del panorama “dance” provinciale. 23 anni, deejay e producer, è vincitore di ben 2 dj contest (tra l’altro gli unici due a cui ha partecipato): quello del Summer Music Festival, a Trapani nel luglio 2012, e quello di ferragosto 2013, il primo Dj Live Contest Cornino. Abbiamo il piacere di intervistarlo e farvelo conoscere meglio!

TANCREDI: Ciao Simone e grazie per il tempo che ci hai dedicato. Inizio la
nostra intervista con la più classica delle domande: com’è nata la
passione per la musica e soprattutto per la minimal techno?
SIMONE: Ciao ragazzi, è un piacere rispondere alle vostre domande. La
passione per la musica è nata insieme a me. Amo la musica da quando
sono nato! Ho cominciato a “giocare” con le percussioni. Poi, a 15
anni, ho comprato la mia prima consolle, cominciando a suonare
l’house music. Maturando ho capito però che la minimal techno è roba
mia! Ma non è l’unico genere che mi piace, produco e suono
elektro-house, techouse e progressive.

TANCREDI: Ripensando alle tue prime esperienze dietro la console e
paragonandole al presente, quanto è cambiato Simone e il suo stile?

SIMONE: Sono giovane ma l’esperienza è fondamentale…col tempo ho acquistato fiducia nei miei mezzi!

TANCREDI : Ripensando ai numerosi singoli che hai pubblicato, qual è il tuo preferito e perché?

SIMONE: Il mio preferito deve essere ancora pubblicato! Lo sarà presto! Mi viene in mente “Summer Jump” perchè è quello che è piaciuto di più. Però ho avuto la massima soddisfazione con “Union” suonato dalla dj statunitense Camea, a Berlino in occasione del Tanze Statt Steine; anche “Exodia” sa il fatto suo, l’ha suonato un pezzo grosso come Loco Dice! Colgo l’occasione per ringraziare la mia etichetta, la 1991 records di Marco d’Asta che ha creduto in me!

TANCREDI: E della performance live cosa puoi dirci? Che emozioni provi?

SIMONE: Suonando live, davanti a centinai di persone, si è un attimo emozionati! Però sentir gridare il tuo nome…ti gasa! La massima soddisfazione è vederli ballare, saltare…

TANCREDI: Progetti per il futuro?

SIMONE: Amo la mia città ma sono consapevole che non trovo terreno fertile per il mio genere. Spero si inverta la tendenza! I contest sono delle belle parentesi ma per il resto regna la “commerciale”. Proverò ad esportare i miei “rumori tritolo”! Stanno uscendo nuove produzioni e in autunno ho in programma alcune serate al Mù di Parma. Tenetevi aggiornati!

SHARE