I dipendenti del Serraino Vulpitta da mesi senza Stipendio

97

Ancora senza stipendio le lavoratori e i lavoratori del “Serraino Vulpitta” a cui da mesi non è corrisposto lo stipendio nell’indifferenza degli amministratori dello stesso Istituto geriatrico e delle Istituzioni.

A intervenire nuovamente sulla costante violazione del diritto al pagamento degli stipendi ai lavoratori dell’Opera Pia “Serraino Vulpitta” è il segretario provinciale della Funzione pubblica Cgil di Trapani Nicola Del Serro che, ancora una volta, denuncia “l’assenza di soluzioni volte a ristabilire le regole all’interno dell’Istituto geriatrico” e la “disattenzione della Prefettura” che a oggi, nonostante le numerose richieste  – l’ultima è dello scorso 3 settembre  – da parte del sindacato, non convoca la riunione tra le parti.

“E’ inaccettabile – ha detto Del Serro – che gli amministratori dell’Istituto continuino a violare il fondamentale diritto al pagamento delle retribuzioni ai dipendenti senza, neppure, mettere in campo interventi per porre fine al reiterarsi di un comportamento che esula dalle regole e approfittando, tra l’altro, della serietà dei lavoratori che continuano a svolgere l’attività di assistenza con professionalità, regolarità e costanza”.

In particolare i quaranta lavoratori con contratto a tempo determinato non percepiscono lo stipendio da settembre 2011 mentre gli undici dipendenti con contratto a tempo indeterminato attendono il saldo degli ultimi quattro mesi di stipendio.

“Siamo fermamente convinti – continua Del Serro – che all’interno della struttura vi siano dei problemi gestionali tali da determinare gravi problemi economici che, alla fine, si ripercuotono sulla parte più debole, ovvero sui lavoratori”.

E’ con questa motivazione che la Funzione pubblica Cgil sollecita, pertanto, la Prefettura a convocare un incontro finalizzato a elaborare soluzioni che mirino a mantenere in vita il servizio di assistenza offerto dal “Serraino Vulpitta” e  che pongano fine alla costante violazione delle regole contrattuali.

SHARE