Girolamo Fazio:" il rilancio dell'aeroporto viene affrontato con una superficialità che rischia di essere devastante"

95

Anche il deputato regionale Girolamo Fazio manifesta il suo pensiero  riguardante l’aeroporto di Trapani – Birgi, lo si legge da una nota su facebook.

“Il rilancio dell’aeroporto di Birgi dovrebbe essere la priorità assoluta del confronto istituzionale e politico nel nostro territorio ed invece viene affrontato con una superficialità che rischia di essere devastante per il futuro di un’intera provincia. S’intravede, da giorni, il tentativo di scaricare le proprie responsabilità, in qualche caso il proprio disimpegno reale e sostanziale, sugli altri. Sono finite sotto accusa, nell’ordine, la Regione, la Camera di Commercio, ora anche i privati che dovrebbero mettere la loro parte perché sono i primi beneficiari della ricchezza prodotta dall’aeroporto. C’è il rischio che la situazione possa sfuggire dalle mani e credo sia necessario un intervento istituzionale del Prefetto, affinché in tempi celerissimi si apra in Prefettura un tavolo di confronto con tutti i Sindaci dei Comuni della provincia e la Camera di Commercio, dal quale subito devono venire fuori impegni chiari e precisi. E’ bene dirlo con grande onestà intellettuale. Se l’azione di co-marketing per sostenere l’accordo con Ryanair è di 3 milioni di euro e se l’intervento finanziario del Comune di Trapani sarà di 150 mila euro (tra l’altro è bene evidenziare che del bilancio del Comune di Trapani ancora non c’è nessuna traccia), non ci saranno mai fondi sufficienti per realizzarla. Sul confronto a rilento tra le Amministrazioni locali ha pesato il silenzio del Comune capoluogo. Ora sappiamo, dalle dichiarazioni del suo Sindaco, che Trapani non andrà oltre un contributo inferiore alle aspettative. Il resto dei Comuni si adeguerà a ciò che ha deciso l’Amministrazione Damiano ed il risultato finale è già scontato. Non ci saranno le condizioni per arrivare all’obiettivo che si era prefissato il progetto di co-marketing, discusso ed esaminato da mesi. Ryanair ha atteso pazientemente, ma non potrà farlo ancora a lungo perché deve curare i suoi legittimi interessi. Mi auguro che vi sia una inversione di rotta e che i Consigli Comunali che dovranno approvare i bilanci possano essere più coerenti e responsabili rispetto ai loro amministratori e trovino le risorse finanziarie per onorare un impegno che è stato sottoscritto dai Sindaci. Non ci si può tirare indietro perché a nessuno è consentito ipotecare il futuro di un territorio per beghe politiche camuffate da questioni di bilancio. I Consigli prendano posizione unitariamente e diventino i protagonisti di questa vicenda, che segna la mancanza di una vera classe dirigente”.

SHARE