Lavoratori Callgest senza stipendio da mesi,la Uilcom chiede un incontro

115

La Uilcom chiede, con urgenza, un incontro  all’azienda Callgest al fine di scongiurare un imminente arresto delle attività lavorative non più gestibile per la negligenza ed incuria perpetrata dai responsabili della stessa società a danno dei propri dipendenti.- A parlare in questi termini è Francesco SILVANO, Segretario Generale della UILCOM, vista la situazione in cui versano i dipendenti della Callgest s.r.l.,  i quali non hanno ancora percepito gli stipendi da mesi e più specificatamente Luglio – Agosto – Settembre – Ottobre 2013, nonché il rimborso Irpef da 730. Per questo, in una nota, la segreteria provinciale della UILCOM di Trapani ha chiesto un incontro, da tempo a tutt’oggi disatteso, al responsabile delle relazioni industriali per discutere del futuro dei lavoratori e non solo.-

>>Si ritiene irresponsabile l’atteggiamento assunto dal vertice di questa Azienda che sta di fatto abusando del sacrificio immane dei lavoratori ormai allo stremo delle forze psichiche >>.-

Vi sono gli estremi per potere perseguire chi si è reso probabilmente reo di abuso della manodopera dei lavoratori costretti a prestare la loro preziosa opera in cambio di continue mortificazioni e vessazioni che hanno già leso la dignità di essere umani e lavoratori allo stesso tempo.

Abbiamo registrato come organizzazione sindacale diverse drammatiche testimonianze che hanno indotto interi nuclei familiari ad impegnare presso vari istituti perfino i loro preziosi in oro ed addirittura venderli per fronteggiare l’essenziale di cui una famiglia ha di bisogno.

Alla luce di quanto detto, si diffida l’azienda a non assumere per il futuro comportamenti analoghi ed invitiamo la stessa ad essere, responsabilmente, più seria con i propri dipendenti ed a convocare, con sollecitudine, il sindacato per delineare un percorso di maggiore serenità per gli stessi dipendenti.-  Sfuggire al confronto e scegliere di essere latitanti non serve a nessuno, peggiora il clima interno.- Se dovesse permanere questo comportamento da parte della rappresentanza aziendale, questa Organizzazione sarà, suo malgrado, costretta ad intraprendere azioni legali a difesa dei propri rappresentati.-

Nonostante, stiamo valutando l’opportunità o meno di informare le Aziende che commissionano attività da lavorare, nel territorio di Mazara del Vallo, alla Callgest per richiamarli ad una più attenta valutazione nelle scelte, per il futuro, dei propri partner.  –  (Responsabilità in Solidale) –

Concludendo, un’azienda che esercita la propria attività lavorativa “nella” e “per” la comunicazione non può sottrarsi alla comunicazione con le rappresentanze sindacali presenti, di certo, nel territorio.-

SHARE