Favignana: Ufficializzata ieri a Palermo la convenzione GAC Isole di Sicilia

85

Ufficializzata ieri a Palermo, al Dipartimento regionale degli Interventi per la Pesca, la convenzione GAC Isole di Sicilia. Ad apporre la firma che sancisce l’ufficialità del finanziamento pari a circa € 2.100.000, sono stati il sindaco delle Egadi, Giuseppe Pagoto e il dottor Felice Bonanno, direttore generale del Dipartimento Pesca. Il Comune di Favignana già nel 2012 ha partecipato al bando del Dipartimento Pesca della Regione Siciliana in attuazione della misura 4.1 “sviluppo sostenibile delle zone di pesca” del F.E.P. 2007-2013 in seguito al quale è stato elaborato un progetto (P.S.L. Piano di Sviluppo Locale) condiviso da un partenariato pubblico-privato al quale hanno partecipato 22 soggetti fra cui diversi Comuni delle isole minori (Favignana, Pantelleria, Ustica, Lipari, Malfa e Santa Marina Salina), Enti di Ricerca che lavorano attivamente nel campo della pesca (ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e IREPA onlus), associazioni ambientaliste (Legambiente e Marevivo), associazioni di categoria del settore ittico (AGCI Agrital, Federcoopesca, Federpesca, Lega Pesca, Anapi, Unicoop), diversi operatori economici legati al settore ittico primario (cooperative di pescatori, COGEPA Isole Eolie, Osservatorio Nazionale della Pesca ecc.) e operatori di altri settori economici (GAL Isole di Sicilia, Federalberghi Isole Minori della Sicilia, Distretto Turistico Isole Minori, ANFE Sicilia).

Il Comune di Favignana è stato l’ente capofila del partenariato. Il GAC (Gruppo di Azione Costiera) “Isole di Sicilia”, il primo costituito nell’isola, vuole attuare il  Piano di Sviluppo Locale che ha come obiettivo strategico diversificare le attività e valorizzare i prodotti della pesca, la lavorazione e la trasformazione del pescato, la produzione gastronomica di qualità e la promozione, certificazione e commercializzazione di servizi in rete (miglio zero, pescaturismo, ecoturismo).

Ieri a Palermo con il sindaco Pagoto c’erano Pietro La Porta, responsabile amministrativo del GAC e il presidente del Consiglio Comunale, Ignazio Galuppo.

SHARE