Belice Ambiente. Due giorni di sciopero per chiedere le mensilità arretrate

65

Ha preso il via questa mattina lo sciopero di due giorni dei 300 lavoratori della Belice Ambiente SpA. I dipendenti della ditta reclamano il pagamento degli stipendi relativi ai mesi di luglio, agosto e settembre 2013.

Lo sciopero è stata proclamato dalle segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil (settore ambiente), rispettivamente rappresentate da Nicola Del Serro, Giovanni Montana e Giorgio Macaddino.

“La nostra posizione – affermano i sindacalisti – è durissima circa la possibilità di procedere al pagamento di fatture verso i fornitori con le somme messe a disposizione dalla Regione Sicilia. Chiediamo l’intervento del Prefetto di Trapani per dissuadere il liquidatore della società Lisma nel procedere alla gestione di tali anticipi dalla Regione in favore del comune di Petrosino per saldare debiti verso i fornitori. Chiediamo con fermezza l’uso di  tali somme per far fronte al legittimo pagamento delle mensilità pregresse. Ci riserviamo infine – concludono – di mettere in atto ulteriori strategie e attività democratiche per far valere le ragioni dei lavoratori”.

 

SHARE