Basket: I numeri di Barcellona prossima avversaria della Pallacanestro Trapani

79

Dopo l’esonero di coach Perdichizzi e la breve parentesi del trapanese Ugo Ducarello, il vulcanico Presidente Bonina  ha affidato il timone della squadra messinese nelle mani di Marco Calvani, ex Trapani e reduce dalla finale scudetto con la Virtus Roma. Il messaggio è chiaro: Barcellona non ha nessuna intenzione di perdere anche quest’altro treno per il piano di sopra. Inutile dire che il roster è davvero super. In cabina di regia troviamo il grande talento di Andre Collins, ex Ferrara, Virtus Bologna, Pesaro e Caserta. Poca difesa ma tanti assist e punti nelle mani, proverbiale inoltre il suo arresto e tiro da fuori. In questa stagione, un po’ altalenante, viaggia a 16.6 p.ti, 4.4 rimbalzi e ben 7.3 assist di media. Le percentuali non sono da top player: 48.6% da due, 33.8% da tre ed un ottimo 86.9% ai liberi. La guardia è Giuliano Maresca, nelle ultime due stagioni a Caserta, che garantisce difesa e tiro dalla distanza. Finora ha contribuito alla causa con 11.4 p.ti, 2.4 rimbalzi, 1.8 assist, facendosi trovare pronto dalla media (57.1% da due) ed un po’ meno dalla distanza (34.5%). Anche lui infallibile dalla linea della carità (87.8%). L’ala piccola è Alex Young, ottimo atleta dal devastante primo passo, che può colpire anche da fuori oltre che dare una consistente mano a rimbalzo. Il migliore finora dei suoi con ben 20.3 p.ti per gara, conditi da 6.9 rimbalzi. Buone anche le percentuali da due (60.5%) e da oltre l’arco (38%). Si divide tra il “tre” ed il “quattro” Demian Filloy. Tiro, duttilità e rimbalzi al servizio della causa. Punisce spesso i più lenti lunghi avversari che faticano a seguirlo oltre l’arco. Finora viaggia con 10.1 p.ti, catturando 5.3 rimbalzi e servendo 1.6 assist di media. Non s’è ancora sbloccato da tre (32.5%), mentre da sotto sfiora appena il 50% (49.2%). L’ala pivot è Tommaso Fantoni, atleta dagli ottimi movimenti vicino a canestro, che però produce poco alla voce rimbalzi. La stagione in corso lo vede protagonista con 11.3 p.ti, 4.4 rimbalzi, realizzando con un eccellente 62.4% da due ed un migliorabile 64% dalla lunetta. E’ reduce dalla strepitosa prova contro Brescia, dove ha letteralmente trascinato i suoi con 34 p.ti (15/20 da due). FiorelloToppo (infortunato) ricopre il ruolo di pivot, nonostante i centimetri non siano certo dalla sua. Sopperisce con grande carisma, catturando tanti rimbalzi e facendo valere la sua maggiore dinamicità rispetto ai più lenti avversari di turno. Le sue attuali medie stagionali recitano 6.2 p.ti, 4.2 rimbalzi, un buon 61.1% da sotto ed un rivedibile 59% ai liberi, dove peraltro si vede col contagocce. Da lui coach Calvani si aspetta decisamente di più. Mauro Pinton è il playmaker di riserva, attualmente ai box per via di un infortunio che lo sta tenendo fuori dai dieci a referto. Nonostante le indubbie doti da playmaker puro ed un buon tiro da tre, il suo contribuito nelle 15 gare disputate è stato deludente: 3.5 p.ti con percentuali basse ed una certa timidezza nel prendersi le necessarie responsabilità al tiro. Nicola Natali è l’ala piccola arrivata da Forlì: lottatore, ottimo difensore ma pochi punti nelle mani. I suoi numeri: 4.3 p.ti con il 40.7% da due ed il 30% da tre. Finora non ha fornito quel contributo che da lui ci si aspettava alzandosi dalla panchina. Da quattro gare fa parte del roster anche l’ex Verona Gabriele Ganeto, reclutato con un “gettone” rinnovabile. Si tratta di una guardia del 1987 che può ricoprire più ruoli. La sua fisicità lo rende un buon rimbalzista oltre che un difensore affidabile. Impreciso al tiro da fuori. Nelle prime apparizioni in maglia giallorossa realizza 3.3 p.ti, catturando 4.3 rimbalzi di media. Gli under sono l’ex Avellino Carmelo IuratoLuigi Dispinzeri (infortunato) e Giuseppe De Leo, finora totalmente calati nel ruolo di spettatori non paganti.tp-barcellona

SHARE