La società del Trapani Calcio parteciperà al progetto "Stop Match Fixing – Come contrastare il fenomeno dell'alterazione illecita dei risultati

68

Il Trapani Calcio, con alcuni tesserati della Prima Squadra, della Primavera e dello staff tecnico, partecipa domani a Palermo, presso lo stadio Renzo Barbera, alla Sessione Sud Italia del progetto “Stop Match Fixing – Come contrastare il fenomeno dell’alterazione illecita dei risultati”.

Il progetto rientra nelle politiche di integrità promosse dalla Lega Serie B. Finanziato dalla Commissione Europea e dalla EPFL European Professional Football League, si pone l’obiettivo di prevenire e contrastare il fenomeno dell’alterazione illecita dei risultati sportivi.

L’iniziativa, promossa da Transparency International, il più importante network al mondo per la lotta contro la corruzione e per la trasparenza, è in corso di realizzazione anche in Germania, Gran Bretagna, Portogallo, Grecia e Lituania. In Italia i soggetti attuatori sono la Lega Serie B e Transparency International Italia, con la partecipazione dell’Associazione Italiana Calciatori.

Il progetto si prefigge l’elaborazione di un Protocollo di Prevenzione che potrà essere adottato da Società e Tesserati, ad integrazione degli strumenti di rafforzamento della Legge 231 e in attuazione delle politiche di responsabilità sociale d’impresa, per prevenire e contrastare i rischi derivanti da comportamenti illeciti.

SHARE