Giacomo Tranchida: "Crocetta fa "acqua", questa l'unica rivoluzione"

63

Le dichiarazioni del sindaco di Erice Giacomo Tranchida in merito alle condizioni dell’impianto idrico gestito dall’EAS.

Di questi giorni ancora gravissime disfunzioni nel servizio idrico gestito dall’Ente Acquedotti Siciliano, con particolari penalizzazioni per i cittadini abitanti in Villa Mokarta e Raganzile, zone “alte”.

Le cause: da un lato il parziale funzionamento del dissalatore rispetto alla mancata attivazione a regime del Montescuro, dall’altro, l’EAS che non garantisce lo “straordinario” ai propri dipendenti per fare le manovre necessarie nelle 12/24h giornaliere, compresi i festivi.

A fronte di tanto, la vergognosa inerzia del Governo regionale circa la realizzazione (opposta dal Sindaco di Trapani) del bye pass per l’approvvigionamento emergenziale dalle fonti regionali di Bresciana, oggetto di valutazione in sede penale per pregressa denuncia del Sindaco di Erice che, di queste ore chiede al Prefetto di “precettare” i fontanieri EAS, onde garantire la necessaria erogazione di un servizio pubblico quale la distribuzione idrica in favore dei cittadini utenti.

Se tale situazione continuerà a protrarsi nei giorni a venire non si escludono clamorose azioni di protesta indette dalla Giunta Tranchida direttamente e presso gli uffici “dorati” del Presidente della Regione Crocetta.

 

SHARE