Trapani avrà il suo Istituto Tecnico Aeronautico, il primo di tutta la Sicilia occidentale

1227

«Finalmente anche Trapani avrà il suo Istituto Tecnico Aeronautico, il primo di tutta la Sicilia occidentale». Esprime profonda soddisfazione Erasmo Miceli, preside dell’Istituto di Istruzione Superiore “L. Da Vinci” “M. Torre” Erasmo Miceli, per l’approvazione da parte dell’Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione dell’attivazione dell’indirizzo aeronautico a partire dal prossimo anno scolastico 2014/15. Il percorso di studi provvederà a creare sia piloti di aeromobili che controllori di volo. «Al fine di fornire una formazione che consenta anche l’applicazione pratica delle nozioni insegnate sui banchi – ha proseguito il preside – abbiamo stipulato degli accordi con l’Aeroclub Palermo “Beppe Albanese”, operante presso l’aeroporto di Boccadifalco. Allo stesso tempo per radicare maggiormente l’Istituto nel territorio della Provincia abbiamo avviato dei contatti anche con l’Airgest e la base dell’Aeronautica Militare di Birgi. Sono fiducioso che si arriverà a un accordo positivo anche con loro».

Un grande successo per l’Istituto e per la provincia nel suo complesso, visto che il “Marino Torre” sarà il secondo Istituto Tecnico Aeronautico della Sicilia, il primo nella Sicilia occidentale, dopo un cinquantennio di monopolio regionale esercitato dall’ “Arturo Ferrarin” di Catania.  «Siamo sicuri che una possibilità di questo genere – ha commentato a tal proposito Miceli – attrarrà studenti provenienti anche dalle province limitrofe, penso a quelle di Palermo e di Agrigento in particolare. Proprio per questo motivo sono in via di stipula delle convenzioni con strutture alberghiere per garantire un alloggio agli studenti fuori sede che ne faranno richiesta».

E la summenzionata non sarà l’unica novità in ambito di offerta formativa che verrà introdotta nel prossimo anno scolastico: l’Itis “Leonardo Da Vinci” infatti aggiungerà agli indirizzi già attivi (Informatica, Elettronica ed Elettrotecnica) anche quello in Automazione, per il quale sono stati stanziati ulteriori fondi per l’aumento delle strumentazioni in dotazione nei laboratori già presenti. «L’idea di offrire anche questo indirizzo nasce dall’intento di andare incontro alla domanda del mercato del lavoro – ha commentato Miceli – che richiede figure sempre più specializzate. I periti in automazione potranno facilmente trovare occupazione sia nel settore pubblico che in quello privato. Non bisogna dimenticare che l’Itis Da Vinci è una delle venti scuole su tutto il territorio nazionale a essere collegata all’Elis, un’organizzazione non governativa che garantisce ai nostri allievi più meritevoli di effettuare stage presso enti come Telecom, Enel e Trenitalia, con l’opportunità di trovare occupazione subito dopo il conseguimento del diploma, come più volte è accaduto a nostri studenti degli anni passati».
L’attivazione dei due corsi arriva solamente il giorno prima della chiusura delle iscrizioni per l’anno scolastico 2014/15. Le lungaggini burocratiche non hanno consentito di poter annunciare prima l’esito positivo della richiesta, formulata parecchi mesi addietro. Solamente oggi l’Ufficio Scolastico Regionale ha diramato una nota che conferma l’esito positivo della procedura, anticipando il decreto dell’Assessorato Regionale che formalizzerà la decisione.
A tal proposito si confida in una proroga dei termini per effettuare l’iscrizione, in modo tale da dare la possibilità agli studenti di cogliere questa grande opportunità.
Desta invece stupore il rigetto da parte dell’Assessorato della richiesta di attivare anche un corso in Moda, vista l’assoluta assenza di corsi similari sul territorio provinciale.

SHARE