Basket: Il Trapani si piega ad un grande Verona termina 79-88

132

La formazione granata ritorna al PalAuriga cercando di rimanere agganciata al treno che porta dritto ai play-off, al suo cospetto c’è Verona che, dopo un girone d’andata così così, vive un momento di forma eccezionale, presentandosi in Sicilia con il biglietto da visita che riporta in grassetto la striscia aperta di ben sei vittorie consecutive. Diversi gli ex in campo, infatti sia coach Lardo che i due lunghi granata Ianes e Renzi hanno già giocato nella città di Giuletta e Romeo. Il match. Coach Ramagli lascia inizialmente in panchina Da Ros, affidando alle cure di Gandini il pivot di casa Renzi che non riesce a trovare i soliti spazi nel pitturato. Il primo strappo lo realizza Taylor con due canestri consecutivi, gli uno contro uno di Smith fanno poi il resto (3-15 al 5’). Dal suo canto, Trapani trova due triple di Rizzitiello che ricuciono un po’ lo strappo (19-27 alla prima mini sirena). Nel secondo periodo gli ospiti volano verso il massimo vantaggio con una tripla di Da Ros (26-39), lì Ramagli si priva di troppi titolari contemporaneamente ed i granata piazzano un sontuoso break di 18-3 che da ai ragazzi di coach Lardo addirittura il vantaggio (44-42) con la bomba di Parker. Gran parte del merito del parziale va a Rizzitiello, ben quattro triple a segno in 13’ di gioco. Gli errori dalla lunetta non permettono però a Trapani di chiudere avanti all’intervallo lungo (45-46). I granata chiudono il secondo quarto con 10/14 dal campo (4/5 da tre). Renzi è già a quota 11 p.ti con 5/6 da due. Dall’altro lato, l’unico in doppia cifra è Callahan (11). Al rientro dagli spogliatoi un personale 5-0 di Smith da un po’ di respiro ai veneti (50-56). Trapani deve fare i conti con i problemi di falli di Baldassarre ed opta per dei quintetti atipici. Così Verona mantiene un piccolo ma costante gap a proprio favore, suggellato sulla sirena dei 30’ dalla tripla di Reati (60-68). Baldassarre commette il quinto fallo ad inizio ultimo periodo, mentre le due squadre segnano col contagocce (62-70 a 6’ dal termine). La tripla di Callahan poi proietta Verona sul +12 (64-76). Gli scaligeri però buttano via due palloni di fila, Trapani ringrazia e prova a rientrare, prima con la bomba di Parker, poi con la penetrazione dell’Ammiraglio (73-80). Lì un antisportivo sanzionato con parecchia fantasia a Parker ed il successivo tecnico a Ferrero mandano di fatto i titoli di coda, tarpando ogni eventuale tentativo di rimonta dei padroni di casa. Lo score finale recita 79-88 per Verona che conquista meritatamente la settima vittoria consecutiva, dimostrandosi squadra di spessore. MVP del match il play ospite Jerry Smith che giostra a piacimento i ritmi del match e chiude con 18 p.ti, 6 rimbalzi, 3 assist oltre 9 falli subiti. La sconfitta conseguita contro Verona allontana il sogno play-off della formazione guidata da coach Lardo che il prossimo weekend si recherà in quel di Biella dove sarà impegnata contro un’altra big del torneo.

 

Lighthouse Trapani: Renzi 13 (6/9, 0/2), Bartoli, Lowery 13 (5/7, 0/3), Baldassarre 8 (1/7, 1/3), Bossi 3 (1/1, 0/2), Rizzitiello 16 (2/2, 4/7), Ianes 3 (0/1), Parker 17 (4/11, 3/6), Ferrero 6 (1/2, 0/3) N.E.: Tabbi
Allenatore:Lardo
Tiri Liberi: 15/23 – Rimbalzi: 30 22+8 (Rizzitiello 8) – Assist: 18 (Rizzitiello 4) – Cinque Falli: Baldassarre, Ferrero
Tezenis Verona: Grande, Smith 18 (4/8, 0/3), Taylor 14 (3/5, 2/3), Reati 8 (1/2, 2/4), Carraretto 7 (0/1, 0/3), Boscagin 12 (2/2, 0/1), Callahan 15 (4/5, 2/5), Gandini 7 (2/2, 0/2), Da Ros 7 (2/5, 1/3) N.E.: Salafia
Allenatore:Ramagli
Tiri Liberi: 31/39 – Rimbalzi: 38 30+8 (Gandini 9) – Assist: 8 (Smith 3) – Cinque Falli: Callahan

Note. Arbitri: Gaetano Perretti di Napoli, Michele Capurro di Reggio Calabria  e Daniele Caruso di Roma.
Spettatori: 3500

SHARE