Pallavolo: Vittoria doveva essere, vittoria è stata, Il Trapani è matematicamente salvo.

118

I nove punti in tre partite sono arrivati ma ciò che conta maggiormente è che la Pallavolo Trapani è matematicamente salva. I granata hanno sconfitto la Virtus Potenza per 3-1, al termine di una prestazione che testimonia la crescita del collettivo già percepita nelle ultime settimane. Avvio deciso dei granata che pungono sin da subito con Iacona che sforna assist a Marino, Blanco e Castiglione, i quali mettono a terra punti contro la difesa piuttosto approssimativa della Virtus. Gli spazi sfruttati a pieno dal Trapani portano un discreto vantaggio, (più otto al secondo time out tecnico) che rimane consistente alla fine del primo parziale vinto per 25-18. Nel secondo set il Trapani pare controllare l’incontro: gli attacchi di Burriesci e compagni raramente trovano l’opposizione degli avversari che iniziano però a risalire la chia, complice anche una fase di disattenzione dei locali che porta gli ospiti sopra nel secondo tecnico; si prosegue punto  a punto fino al 24 pari ma ad aggiudicarsi il gioco è proprio Potenza. Nella pausa che precede l’inizio della terza parte, coach Aiuto si fa sentire parecchio coi suoi anche ma inizialmente le sue raccomandazioni non sembrano sortire gli effetti sperati. Le cose poi però si riaggiustano nel segno di un incontenibile Pietro Marino che tinge di granata il terzo set che termina col punteggio di 25-15. Non c’è storia nella quarta e ultima porzione d’incontro, in cui Potenza, palesemente sfiduciato, lascia ulteriori spazi che di fatto consegnano tre punti al Trapani. La Pallavolo Trapani raggiunge la salvezza matematica!

IL TABELLINO PALLAVOLO TRAPANI-VIRTUS POTENZA 3-1 (25-18; 25-27; 25-15; 25-14) PALLAVOLO TRAPANI: Blanco 13, Iacona 3, Marino 30, Castiglione 4, Geraldi 22, Burriesci 5, Margagliotti 1, Muccione (L). All. Aiuto VIRTUS POTENZA: Patitucci 8, Donzella 3, Roberticchio 4, Calabrese 5, Muccio 18, Salomone 11, Ameri (L). All. Nacci I arbitro: Alessandro Cerra di Bologna II arbitro: Marco Laghi di Ravenna

SHARE