Trapani: On. Iacolino : “Piena sintonia con il gruppo consiliare di Forza Italia”

76

“C’è piena sintonia con il gruppo consiliare di Forza Italia del Comune di Trapani. Una collaborazione che potrà essere fruttuosa per rispondere alle esigenze di un territorio che, con le sue potenzialità, può essere trainante per il rilancio dell’intera Sicilia”. È quanto dichiara l’europarlamentare Vice-Capo Delegazione di Forza Italia a Strasburgo, Salvatore Iacolino, a margine dell’incontro avuto con amici e simpatizzanti e i quattro consiglierei comunali del capoluogo: il capogruppo Vito Mannina insieme a Francesco Salone, Giovanni Vassallo e Giuseppe Ruggirello

“L’Europa – ha detto Iacolino – offre numerose opportunità per il rilancio delle marinerie, per lo sviluppo del turismo e per il potenziamento delle infrastrutture a cominciare dai trasporti”.

I consiglieri comunali hanno espresso stima e compiacimento nei confronti dell’on. Iacolino per l’attenzione mostrata nei confronti della città capoluogo.

“Forza Italia – ha aggiunto l’europarlamentare – può contare su un ottimo gruppo consiliare protagonista di un’opposizione responsabile e costruttiva nei confronti di un sindaco che ha mostrato tutti i suoi limiti nella gestione dell’Amministrazione comunale: dalla delibera scellerata  del tributo  Tares alle occasioni perse di fruire di contributi statali, per non parlare dell’immobilismo relativo ai piani di recupero, sono arrivate scelte incoerenti e spesso contraddittorie”.

I consiglieri comunali di Forza Italia hanno peraltro chiesto all’europarlamentare Iacolino che il Movimento si doti rapidamente di un’organizzazione funzionale alle prossime competizioni elettorali di maggio 2014.

“Abbiamo concordato – conclude l’on. Iacolino –, a seguito di interpellanza presentata dal nostro giovane consigliere Salone, di esercitare, da subito, come Forza Italia un pressing nei confronti dell’ Assessorato regionale alla Sanità per ottenere la radioterapia presso il nosocomio trapanese al fine di assicurare il diritto alla salute dei pazienti oncologici di questa importante comunità”.

SHARE