Basket: Conosciamo il Capo d’Orlando prossima avversaria del Trapani

73

La squadra del presidente Enzo Sindoni sta rispettando le aspettative riposte su un roster ricco di giocatori dall’illustre curriculum. Ci riferiamo ai vari Basile, Soragna e Nicevic che, pur con diverse primavere alle spalle, continuano a far valere la loro indubbia classe. Il tutto è impreziosito da due stranieri di sicuro rendimento che stanno facendo registrare numeri di assoluto valore. Il comando è nelle mani del vulcanico coach Gianmarco Pozzecco, argento olimpico ai giochi di Atene 2004 assieme ai predetti Basile e Soragna. La recente vittoria casalinga contro Trento ha proiettato il team paladino in vetta alla classifica, in coabitazione proprio con l’Aquila. Andiamo ai singoli. In cabina di regia è arrivato in corso d’opera D’Wayne Mays (1984), più realizzatore che costruttore di gioco. Il suo impatto offensivo è risultato spesso decisivo per la squadra, da sottolineare in particolare la sua abilità nel trovare il canestro in arresto e tiro. Va detto che è un po’ meno efficace in uno contro uno, mentre risulta un notevole assist-man. Finora viaggia con 17.6 p.ti, 2.4 rimbalzi, 3.7 assist, tirando con il 62.9% da due ed il 38.9% da tre. La guardia è il siciliano Marco Portannese (1989) che fa valere il suo talento offensivo e le indubbie doti atletiche. Finora ha contribuito notevolmente alla causa con 11.5 p.ti, 5 rimbalzi, 2.5 assist, concludendo con il 49.3% da due ed il 37.5% da tre. Risulta davvero importante nello scacchiere di coach Pozzecco poiché è in grado di ricoprire anche il ruolo di “tre”. L’ala piccola è Dominique Archie (1987), americano tra i più produttivi dell’intera Adecco Gold che coniuga atletismo, solidità a rimbalzo e pericolosità al tiro. Le sue cifre stagionali recitano così: 15.6 p.ti per gara conditi da ben 7.5 rimbalzi con buonissime percentuali, sia da due (57%) che da tre (34.5%). È il classico “all-around”, capace di dare una mano su entrambi i lati del campo. Può giocare qualche minuto da “quattro” tattico.  Ruolo che non disdegna, pur essendo un’ala, Matteo Soragna (1975), giocatore dalla grande intelligenza tattica, molto abile difensivamente. L’età e qualche acciacco fisico hanno fatto si che le sue attuali cifre stagionali si limitino a 7.4 p.ti, 3.3 rimbalzi, 2.2 assist, con un buon 52.1% da due, un ottimo 43.1% da tre oltre l’84.6% ai liberi. Cifre senz’altro buone, anche se va detto che l’ex Nazionale tira dal campo col contagocce, occupandosi invece di far “giocare” la squadra. Il centro della squadra è il veterano Sandro Nicevic (1976), con un repertorio di movimenti, sia in post basso che in post alto, da manuale. Dopo un inizio di stagione così così, è letteralmente esploso. Finora fa registrare i seguenti numeri: 14.1 p.ti (54% da due) e 4.8 rimbalzi per gara. Molto bene ai liberi (82.1%) dove fa valere la sua mano educata. Talento puro! Titolare aggiunto dell’Orlandina è l’eterno Gianluca Basile (1975), una delle più forti guardie italiane di sempre, che finora ha attraversato diversi guai fisici che l’hanno penalizzato non poco. Nonostante ciò, il suo proverbiale “tiro ignorante” ha già lasciato il segno in diversi finali di gara. I suoi numeri: 7.7 p.ti, 2.9 rimbalzi, 3 assist. Finora ha tirato col contagocce sia da due che ai liberi, esaltandosi invece nella specialità della casa, il tiro dalla distanza (37.1% ). Una buona mano arriva poi da Andrea Benevelli (1985), confermato “tre/quattro” che si dimostra buon difensore anche se la sua mano non è proprio tra le più educate. Garantisce finora 5 p.ti (48.8% da due, 30.4% da tre) oltre 1.9 rimbalzi (13.4 minuti di media). Un po’ in calo è il contributo che arriva dal giovane play-guardia Tommaso Laquintana (1995) che si alza dalla panchina (14.5 minuti per gara) scrivendo 4.4 p.ti oltre 2.4 rimbalzi. Imprime grande energia sul parquet, sia in difesa che in attacco. Peccato per le percentuali, non proprio brillanti (42.9% da due, 30% da tre). Nel roster poi troviamo Rodolfo Valenti, ala piccola del 1980, che da qualche giornata ha sostituito Dario Cefarelli, trasferitosi nelle fila dell’Expert Napoli. Finora Valenti è rimasto in campo per circa 14 minuti per gara con 4.5 p.ti e 3.3 rimbalzi di media. Chiude il roster Leonardo Ciribeni (1992), guardia/ala che finora di fatto s’è limitato al ruolo di spettatore.

PRIMA SQUADRA

Una seduta pomeridiana oggi (ore 18) e una mattutina fissata per domani (ore 10) costituiranno la rifinitura per la gara interna contro Capo d’Orlando di domenica prossima 6 aprile (PalAuriga, ore 18).

ALLE 17.15 LA CONFERENZA PREGARA DI LARDO E FERRERO

Nel pomeriggio di oggi (in diretta su Radio Cuore e su www.trapanisi.it), alle ore 17.15, si svolgerà la conferenza settimanale del coach Lino Lardo, presso la sala stampa “Cacco Benvenuti” del PalAuriga. Parlerà con la stampa Giancarlo Ferrero. Si invitano ad intervenire tutti i giornalisti di tv, radio, carta stampata e web.

UNDER 19, OGGI SI ASSEGNA IL TITOLO REGIONALE

Questa sera alle 20, al PalaFantozzi di Capo d’Orlando, la formazione Under 19 della Pallacanestro Trapani giocherà per la conquista del titolo regionale. I giovani granata partiranno con il vantaggio di sei lunghezze conquistato nella gara d’andata, svoltasi al PalaAuriga  e terminata 62-56. Entrambe le formazioni hanno, comunque, conquistato il diritto di partecipare alla fase interzonale.

SHARE