Basket: La Pallacanestro Trapani conquista il derby contro Capo d’ Orlando

67

 

Il PalAuriga è nuovamente teatro di un derby, stavolta contro l’Orlandina di coach Gianmarco Pozzecco. Il colpo d’occhio è da grandi occasioni, gli spalti infatti sono pieni di colore e passione. I motivi d’interesse poi non mancano di certo. La recente vittoria casalinga contro Trento ha infatti proiettato Capo d’Orlando in vetta alla classifica, posizione da difendere a tutti i costi per acquisire un piccolo vantaggio in ottica play-off. Senza dimenticare l’indubbio talento dei vari Basile, Soragna e Nicevic, la cui carriera non bisogna di ulteriori commenti. Trapani, dal suo canto, vuole regalare un’altra prestigiosa vittoria ai propri sostenitori e mantenere vive le speranze di accedere alla post-season. Andando alle formazioni, entrambi gli allenatori dispongono dei rispettivi roster al gran completo. Il match. Nel primo quarto Renzi e Nicevic illustrano il manuale dei movimenti in post basso. I due allenatori ruotano i loro effettivi ed il match scorre in equilibrio fino a metà periodo, poi le triple di Archie ed un lay-up allo scadere di Mays danno il primo vantaggio agli ospiti (16-24 alla prima mini sirena). Nel secondo periodo si iscrive al match anche Parker che due triple consecutive che danno un po’ di linfa ai suoi. Baldassarre poi fa il resto, all’interno di un break di 11-0 che ribalta le sorti della gara (27-24). Trapani soffre gli uno contro uno di Mays ma con la coppia Renzi-Ianes tiene botta, andando al riposo lungo sul 37-35. Nel frangente, i granata mordono in difesa (appena 6 punti dal campo per Capo d’Orlando) e trovano cinque triple. Renzi e Parker sono già a quota 10 punti mentre dall’altro lato ben tre sono gli atleti già in doppia cifra (Archie, Mays e Nicevic). Al rientro dagli spogliatoi uno scatenato Rizzitiello (5 punti in un amen) fissa il punteggio sul 51-44 per i padroni di casa mentre Capo d’Orlando continua a forzare dalla distanza dimenticandosi di Nicevic. Si arriva così al 56-47 al 27’. Bossi si destreggia bene in cabina di regia ed al 30’ lo score recita 60-53 per la formazione granata. Trapani è in fiducia ed una grandinata di triple si abbatte sui ragazzi di coach Pozzecco. Prima due bombe di Lowery (69-61),  poi quella di Baldassarre (72-63), poi ancora il tiro da tre (con fallo) di Parker (76-65 a 5’ dalla fine) rispediscono al mittente i tentativi di Mays ed Archie di ricucire lo strappo per i paladini. L’Orlandina però non ci sta, prima Mays riporta sotto i suoi (83-79 a 1’45’’), poi Basile risponde da tre (85-82) alla schiacciata di Renzi. Ancora l’ennesima tripla dell’ex Nazionale ospite (87-85) rimette tutto in gioco, ma i liberi di un glaciale Kelvin Parker mandano i titoli di coda, fissando lo score sul 89-85. Uno scoppiettante ultimo periodo (29-32) fa quindi da epilogo ad una bellissima giornata di sport. Da segnalare i 17 punti di Lowery, conditi da 5 rimbalzi e ben 9 assist ma il premio di MVP non può che andare ad un eroico Baldassarre che chiude con 25 p.ti e 10 rimbalzi, riscoprendosi anche fine tiratore dalla distanza (4/7). Gli uomini di coach Lardo mantengono vivo il sogno play-off, che dovranno alimentare domenica prossima, nuovamente al PalAuriga, contro la capolista (da oggi solitaria) Trento.

 

Lighthouse Trapani: Renzi 12 (5/6, 0/1), Lowery 17 (3/6, 3/5), Baldassarre 25 (6/9, 4/7), Bossi 3 (1/5 da tre), Rizzitiello 8 (1/2, 2/4), Ianes 4 (2/4), Parker 16 (2/3, 3/6), Ferrero 4 (2/4, 0/2) N.E.: Bartoli, Tabbi
Allenatore: Lardo
Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 29 23+6 (Baldassarre 10) – Assist: 22 (Lowery 9)
Upea Capo D’Orlando: Basile 14 (1/1, 4/5), Soragna, Laquintana 2 (1/2, 0/1), Benevelli 2 (1/1, 0/2), Nicevic 18 (7/11, 0/2), Portannese, D’Wayne Mays 29 (6/6, 4/9), Archie 20 (4/7, 4/6), Valenti N.E.: Ciribeni
Allenatore: Pozzecco
Tiri Liberi: 9/11 – Rimbalzi: 27 25+2 (Nicevic 7) – Assist: 18 (D’Wayne Mays 6) – Cinque Falli: Basile

Arbitri: Andrea Masi di Firenze, Alessandro Tirozzi di Bologna e Saverio Barone di Brescia.

Note: Spettatori 3.800, di cui una rappresentanza di circa 400 ospiti

SHARE