Fazio commenta l'impegno pronunciato dal Commissario Straordinario della Provincia Regionale che revocherà il recesso da socio del Consorzio Universitario della Provincia di Trapani.

65

«Accolgo con cauto ottimismo l’impegno del dott. Antonio Ingroia, che stamane ha assicurato che nei prossimi giorni avvierà le procedure amministrative che dispongono la revoca dell’atto di recesso della Provincia Regionale da socio del Consorzio Universitario della Provincia di Trapani». Così commenta il deputato regionale, Girolamo Fazio, l’annuncio del Commissario Straordinario della Provincia Regionale di Trapani espresso dinanzi ai vertici universitari trapanesi durante l’annuale incontro con gli studenti degli istituti superiori.

«La cautela – specifica Fazio – non è rivolta al dott. Ingroia che già aveva avuto modo di esprimere il suo interesse e la sua preoccupazione per le sorti del Consorzio Universitario. Piuttosto temo l’atteggiamento del Governo Regionale, che potrebbe essere dilatorio e inconsistente come è stato fino ad oggi. Rimangono pertanto tutte valide le ragioni che mi hanno indotto a presentare, nei giorni scorsi una interrogazione nella quale chiedo, proprio al Governo Regionale di dare strumenti, giuridici e finanziari, al commissario straordinario per definire una volta e per tutte la prosecuzione delle attività del Consorzio Universitario».

«Ho apprezzato la concretezza delle parole del Prorettore, prof. Vito Ferro, che dal canto suo ha assicurato che le attività universitarie continueranno senza soluzione di continuità anche a prescindere dall’intervento del Consorzio Universitario. L’Università di Palermo – conclude Fazio – continuerà a mantenere vivi ed operativi i corsi di laurea di Trapani anche in assenza della convenzione e della compartecipazione del consorzio facendosi carico dell’impegno finanziario complessivo. Una dimostrazione di affezione ed interesse per questo territorio ed una apertura di fiducia verso tutti i vertici amministrativi degli enti locali che, insieme alla provincia, hanno costituito la compagine sociale del Consorzio Universitario e che nel prossimo futuro andranno a costituire il Consorzio dei Comuni che prenderà il posto della Provincia Regionale».

SHARE