Il commento del Trapani Calcio a seguito della decisione del giudice sportivo dopo la partita Trapani-Palermo

61

Dinanzi alla gravità di quanto accaduto al giovane steward rimasto ferito mentre stava svolgendo il proprio lavoro e nei confronti del quale la Società ha già espresso la propria vicinanza e l’augurio di una pronta guarigione, commentare la decisione del giudice sportivo che ha inflitto una multa di 15.000 euro nei confronti del Trapani Calcio non appare semplice.

Si ritiene però che sia dovuto, da parte della Società, dire la propria su quanto accaduto, per rispetto nei confronti di tutti quei tifosi che ogni sabato si recano allo stadio per incitare la propria squadra e non si portano dietro ne’ petardi, ne’ fumogeni, ne’ oggetti che potrebbero arrecare danni e che sono assolutamente vietati.

E’ inaudito che possano esserci soggetti che, non rendendosi affatto conto, nella migliore delle ipotesi, di ciò che fanno, mettano a rischio l’incolumità delle persone. Questo non è tifo, come sanno i nostri tifosi, quelli veri, ma è incoscienza e delinquenza allo stato puro.

Da parte del Trapani Calcio viene rivolto a tutti ancora una volta un invito a rispettare le regole ed a mettere in atto comportamenti corretti, sia, soprattutto, per la sicurezza delle persone, sia per non danneggiare l’immagine della Città e della nostra tifoseria, che finisce con l’essere identificata con chi commette questi atti, sia per evitare ulteriori multe alla Società, che dall’inizio del campionato ha pagato somme considerevoli per tali atteggiamenti.

SHARE