Presentazione del 1° Festival di Filosofia da strada

87

La filosofia si apre a tutti. La scienza del pensiero smette i panni (ammesso che li abbia mai indossati) della disciplina dall’apparenza esoterica ai non addetti ai lavori e cerca di coinvolgere tutti i curiosi nell’apprendere con la prima edizione del festival “Una filosofia d’a-Mare”. Quattro giorni alle isole Egadi, con base a Favignana, da giovedì primo maggio a domenica quattro in cui sarà possibile per avvicinarsi a uomini come Augusto Cavadi, opinionista di Repubblica Palermo, Peter Ciacci, pastore valdese di Palermo e Orlando Franceschielli, uno dei più noti filosofi italiani che si riconosce in una visione naturalistica dell’esperienza umana: non “filosofi di professione”, ma individui interessati alle problematiche esistenziali e sociali che vogliono interloquire con chiunque nutra interesse per le medesime tematiche.
La manifestazione, organizzata dall’Aegusa philosophiana e patrocinata tra gli altri dal comune di Favignana, dalla scuola di formazione politica “G. Falcone”, l’associazione “La calendula” e dalla libreria “Il pozzo di Giacobbe”, vede anche la partecipazione dell’Istituto Nautico Marino Torre di Trapani, che sarà la sede del pre-evento, in cui verrà presentata la 4 giorni del Festival.
L’appuntamento è fissato per domani, mercoledì 30 aprile, alle ore 11.30 nei saloni dell’Istituto. Il preside dell’Istituto, prof. Erasmo Miceli, rivolgerà i suoi saluti a tutti i presenti alla conferenza stampa in cui verranno annunciate le attività di cui si comporrà il Festival. Saranno presenti inoltre Giuseppe Pagoto, sindaco di Favignana, Abrogio Caltagirone, presidente del comitato organizzatore dell’Aegusa Philosophiana e Augusto Cavadi, direttore culturale della manifestazione.
A seguire, stesso Cavadi, in una conversazione pubblica, discuterà con gli intervenuti sull’affascinante tema “La filosofia può coinvolgere anche chi non l’ha mai studiata a scuola?”

SHARE