Marsala: Approvato con 11 voti favorevoli il debito fuori bilancio per il consumo energetico

112

Con 11 voti favorevoli, un contrario e due astensioni, il Consiglio Comunale di Marsala ha approvato, a tarda sera, nella seduta di prosecuzione di mercoledì 30 aprile, la delibera relativa al punto 4 all’ordine del giorno riguardante il riconoscimento del debito fuori bilancio  “Spesa per consumo energetico Ditta ACEA Energia SpA anno 2012” di circa 1 milione e 400 mila euro.

A votare “contro”, dopo che nella seduta del giorno precedente era venuto meno il numero legale proprio nel corso della votazione quando era necessario il quorum di 16 consiglieri,  è stato il consigliere Michele Gandolfo; si sono astenuti Leonardo Coppola e Walter Alagna; mentre il foto favorevole è venuto da Vincenzo Sturiano, Nicola Fici, Pino Cordaro, Vincenzo Martinico, Antonio Augugliaro, Mario Rodriguez, Enzo Russo, Michele Accardi, Vito Umile, Arturo Galfano e Gregorio Saladino. Il consiglio ha poi votato l’immediata esecutività dell’atto, che è stata approvata con 11 voti favorevoli e due astensioni (Carnese e Coppola).

Apertisi direttamente, così come imposto dalla legge, col voto sull’atto deliberativo, per dichiarazione di voto nel corso della seduta consiliare sono poi intervenuti molti consiglieri. Tra questi: Gregorio Saladino, assente nella precedente seduta e che ha auspicato “che la verità venga a galla e che siano appurate le responsabilità che hanno portato a questo debito fuori bilancio con un aggravio per le casse comunali di oltre 300 mila euro che andranno a pesare ancora una volta sulle tasche dei cittadini”; il presidente Enzo Sturiano (che ha ringraziato i consiglieri per il senso di responsabilità apprezzando l’operato della minoranza e ribadendo la necessità di fare un monitoraggio complessivo di tutti  debiti fuori bilancio convocando in aula tutti i dirigenti comunali) ed ancora Michele Gandolfo, Salvatore Di Girolamo, Giuseppe Carnese, Walter Alagna, Pino Cordaro e Michele De Maria, i quali, in buona sostanza, “hanno auspicato che d’ora in poi tutti i dirigenti del Comune, monitorati costantemente dai consiglieri comunali, seguano sempre procedure corrette, fermo restando che vanno individuati al più presto i soggetti responsabili di quest’ultimo debito fuori bilancio sulle spese di energia elettrica, visto che si è già a conoscenza che tra qualche settimana giungeranno in aula altre due delibere per oltre due milioni di euro”.

Tra gli altri interventi, prima dello scioglimento della seduta da parte del presidente Enzo Sturiano, quelli del consigliere Pino Cordaro che ha ringraziato l’amministrazione comunale per avere effettuato tempestivamente in alcune zone la rimozione di erbacce  da lui stesso segnalate e che s’è complimentato col marsalese Antonio Parrinello per il nuovo prestigioso incarico di capo di gabinetto del neo assessore regionale all’Agricoltura; e del consigliere Giuseppe Carnese, il quale ha ricordato la sua interrogazione rivolta al Sindaco “sul caro benzina in città, dove si registra il prezzo più alto dell’intera penisola, ed ha inoltre richiesto la presenza delle tivvù per seguire i lavori a Sala delle Lapidi e di effettuare la potatura degli alberi in Piazza Piancina e in altre zone della città”.

Infine, il consigliere Michele De Maria ha ufficializzato di avere abbandonato il Gruppo del Megafono per aderire al “gruppo misto”, che diventa così sempre più il gruppo più numeroso a Sala delle Lapidi.

SHARE