Favignana: Sarà presentata oggi la Trireme Romana

434

Si terrà oggi , mercoledì 7 Maggio alle ore 11,nell’aula consiliare di Palazzo Florio a Favignana, in anteprima per i
giornalisti, la presentazione del modello in scala 1 a 20 della Trireme Romana dell’Associazione “Vela Latina Trapani”, realizzata
grazie a un progetto avviato lo scorso anno coinvolgendo un gruppo di detenuti della casa di reclusione di Favignana.
Gli stessi, sotto la direzione del maestro ebanista Battista Balistreri, hanno realizzato in scala l’imbarcazione che fu
protagonista, nella battaglia delle Egadi, della prima guerra punica.
La Trireme è stata voluta proprio per la promozione del territorio.Nove i detenuti coinvolti nel progetto e in passato in altri
laboratori di “maestro d’ascia” avviati dalla facoltà di Archeologia Marina e Navale all’Università di Trapani. Il modello della Trireme Romana è di 1,80 per 1,20 metri.

Domani il Professor Sebastiano Tusa terrà una breve conferenza a tema, e subito dopo seguirà l’aperitivo che i detenuti della casa di
reclusione di Favignana prepareranno per l’occasione, con prodotti di tonnara offerti da Antonio Tammaro e con i vini della Caruso & Minini, sponsor ufficiale del progetto, che ha predisposto all’interno della cantina di Marsala uno spazio che sarà sede ufficiale della Trireme, dove la stessa potrà essere ammirata con delle visite guidate.

Durante la presentazione l’A.S.D. Vela Latina Trapani consegnerà un elogio a due detenuti che si sono distinti per l’impegno e la
manualità nella realizzazione del modellino: Carmine Defeo e Dritan Skenderi.

Il primo “impegno” della Trireme, dal 14 al 31 maggio, sarà in Expò presso la vetrina di via Garibaldi a Trapani. Seguirà la partenza per un tour mondiale la cui prima tappa sarà a un museo di nuova istituzione olandese, assieme ai rostri ritrovati a Levanzo e ad un
elmetto Montefortino sotto l’egida della Soprintendenza del Partenza per un tour mondiale , prima tappa museo di nuova istituzione olandese insieme ai rostri ritrovati a Levanzo e ad un elmetto Montefortino sotto l’egida della soprintendenza del Mare.

SHARE