L’Iacp di Trapani si appresta a intervenire in alcuni edifici popolari del rione San Giuliano di Erice

57

L’Iacp di Trapani si appresta a intervenire in alcuni edifici popolari del rione San Giuliano di Erice nell’ambito degli interventi di riqualificazione urbana finanziati dal “piano città”. Nella giornata di mercoledì infatti il commissario ad acta dell’ente, ing. Salvatore Pirrone ha apposto la firma alla documentazione inviata successivamente al ministero delle Infrastrutture. Si tratta di un intervento che ammonta a 4 milioni di euro e che riguarderà la manutenzione straordinaria di 56 alloggi popolari ricadenti nei lotti 76, 77 e 78.

L’intervento verrà condotto nell’ambito del più ampio piano di riqualificazione progettato dall’amministrazione comunale di Erice e che per la parte del Comune riguarderà la riqualificazione del lungomare e la viabilità. Le opere condotte dall’Iacp ovviamente sono state concertate con il Comune di Erice.

L’accesso ai fondi va detto è stato guidato dall’amministrazione comunale ericina che si è avvalsa della collaborazione dei tecnici dell’Iacp di Trapani. L’attenzione è stata puntata sul rione di San Giuliano, e l’intera progettazione rientra nel cosidetto “contratto di valorizzazione urbana”. E’ stato infatti il Comune di Erice a partecipare al bando nazionale per il piano delle città e nella circostanza per la parte che riguarda lo Iacp è stata aggiornata la progettazione che già faceva parte del contratto di quartiere a suo tempo sottoposto all’esame del ministero delle Infrastrutture.

“Indubbiamente – dice il commissario ad acta ing. Salvatore Pirrone – sono state poste le basi per il recupero di alcune palazzine popolari che da tempo attendevano la manutenzione straordinaria che è rimasta non eseguita per l’assenza di fondi. Oggi siamo ad un passo da ottenerli e non c’è dubbio che il finanziamento verrà concesso. Successivamente al nulla osta ministeriale bando di gara, aggiudicazione dell’appalto ed esecuzione dei lavori verranno eseguiti rispettando una precisa tempistica dettata dalla normativa che si ricorda è stata introdotta dal giugno del 2012. Va dato atto all’ottimo lavoro condotto intanto dal Comune di Erice, dalla sua amministrazione dai tecnici comunali, così come efficienti sono risultate le azioni condotte da parte dell’Iacp. Importante potere dare una risposta agli assegnatari così come è importante la possibilità che si offre al comparto dell’edilizia di guadagnare spazi di lavoro che per quanto modesti offrono una valvola di sfogo rispetto all’attuale crisi”.

SHARE