Mazara del Vallo: inaugurato ieri l’expo Blue Sea Land

129

taglio nastro blue sea landCon il taglio del nastro affidato all’Ambasciatore della Mauritania in Italia, S.E. Mariem Aouffa ed al capo della comunità Bektashi dell’Albania, Baba Mondi, ieri pomeriggio presso piazza della Repubblica di Mazara del Vallo è stato inaugurato l’expo di Blue Sea Land 2014, manifestazione patrocinata anche da Expo 2015 Milano. Fino al 12 ottobre i visitatori avranno modo di interagire, conoscere, assaporare i prodotti frutto del lavoro del mare e della terra, partecipare ad incontri seminariali, dibattiti grazie alla collaborazione di Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero Affari Esteri e Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (che sarà presente con un proprio stand), Assessorati delle Attività Produttive e delle Risorse Agricole ed Alimentari della Regione Sicilia, Confindustria Sicilia, I.T.A., Anci Sicilia, Distretti Siciliani e Gambero Rosso.All’inaugurazione presenti diverse autorità istituzionali, fra i quali anche il Prefetto di Trapani, Leopoldo Falco, rappresentanti delle diverse forze dell’ordine ed il Comandante della Regione Militare Sud, Gen. Corrado Dalzini.

La cerimonia di inaugurazione è iniziata con una sfilata delle delegazioni straniere partecipanti (Tanzania, Guinea Equatoriale, Congo Brazzaville, Ghana, Kenia, Libia, Nigeria, Angola, Malta, Maldive, Costa D’Avorio, Egitto, Oman, Algeria, Gabon, Principato di Monaco, Mauritania, Tunisia, Senegal, Marocco, Burkina Faso, Turchia, Cipro, Germania, Polonia e Repubblica Ceca) accompagnate dai piccoli studenti degli Istituti scolastici primari della Città.

Emozionante l’esibizione della fanfara del 6° Reggimento Bersaglieri di Trapani che ha fatto il giro delle principali vie del centro storico cittadino. Finita l’inaugurazione ha preso vita il villaggio espositivo di Blue Sea Land 2014. Fino 12 ottobre i visitatori avranno modo di interagire, conoscere, assaporare i prodotti frutto del lavoro del mare e della terra, partecipare ad incontri seminariali, dibattiti grazie alla collaborazione di Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero Affari Esteri e Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (che sarà presente con un proprio stand), Assessorati delle Attività Produttive e delle Risorse Agricole ed Alimentari della Regione Sicilia, Confindustria Sicilia, I.T.A., Anci Sicilia, Distretti Siciliani e Gambero Rosso.

Alla blue economy è dedicato uno spazio ad hoc con uno stand in piazza della Repubblica dove si terranno interessanti workshop con la presentazione dei progetti innovativi, sperimentazioni e relative applicazioni nel settore agro-alimentare promossi nell’ambito della blue economy.

Nell’ambito della manifestazione si svolgono presso l’Aula Magna del Seminario Vescovile “Blue Business”: un fitto calendario di incontri “b2b” dove buyers nazionali ed internazionali incontreranno produttori della filiera agroalimentare ed ittica con possibilità concrete di interazioni economiche. “Blue Security” è lo spazio invece dove saranno presenti gli stand dell’esercito, delle forze dell’ordine e delle organizzazioni di volontariato.

Blue Sea Land luogo ove i sapori incontrano l’arte e la cultura. Nello stesso palcoscenico interculturale, attraverso la rassegna “Blue Show”, si incroceranno suoni, colori, manifestazioni artistico-culturali, sportive ed enogastronomiche che racconteranno storie di uomini di terra e di mare. Altra tappa di Blue Sea Land a Marsala dove oggi pomeriggio al Teatro Impero si terrà il convegno “Mediterraneo: Ambiente e Risorse” a cura del Rotary International con la partecipazione di tutti i rappresentanti dei Club Rotary D’Italia.

Con Blue Sea Land riprende il prestigioso Premio internazionale Al Idrisi. Domenica alle 11,30 si terrà, presso lo stand Blue Economy la conferenza-stampa di presentazione con l’annuncio dei vincitori. Il Premio  “Al Idrisi” è stato istituito dall’Osservatorio mediterraneo del Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con la Regione Siciliana ed assegnato fino al 2012 ad eminenti protagonisti del dialogo interculturale (Azulay, Walesa, Pujol etc.), riprenderà ad iniziativa di HUB-Siciliainternazionale, dei Rettori delle Universita’ siciliane e del Distretto Produttivo della Pesca.

Blue Sea Land anche luogo di dialogo interculturale ed interreligioso. Nel tardo pomeriggio di domenica 12 ottobre nella casbah mazarese si terrà un evento di grande significato. I rappresentanti  delle religioni Cattolica, Ebraica, Bektashi e Musulmana pregheranno insieme per la pace dei popoli.

SHARE