Aimeri Ambiente, ennesimo ritardo nel pagamento degli stipendi. La UIL chiede l’intervento dei Comuni

118

aimeriEnnesimo ritardo nel pagamento degli stipendi ai dipendenti dell’Aimeri Ambiente. I lavoratori in servizio presso l’azienda che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nei comuni di Erice, Valderice, Buseto Palizzolo, Alcamo, Castellammare del Golfo, Calatafimi Segesta, San Vito Lo Capo, Custonaci, Favignana, Mazara del Vallo e Marsala non hanno ancora ricevuto le mensilità relative al mese di settembre.

A segnalarlo è il segretario generale della Uil Trasporti di Trapani Giuseppe Tumbarello.

“Chiediamo di incontrare i responsabili dell’Aimeri Ambiente – afferma Tumbarello – per parlare con loro dei disagi vissuti dai dipendenti della società, che oltre a ricevere ogni mese in ritardo il proprio stipendio, lavorano con mezzi fatiscenti e in condizioni igieniche precarie. Siamo pronti allo sciopero se non si troverà una soluzione al più presto. Le procedure di raffreddamento sono già state aperte”.

La Uil Trasporti, frattanto, propone una soluzione per eliminare continui ritardi nei versamenti degli stipendi: “I comuni dove l’Aimeri opera potrebbero pagare in sostituzione dell’azienda, in modo da garantire ai lavoratori e alle loro famiglie un reddito sicuro sul quale potere contare ogni mese”.

SHARE