Pista ciclabile, Tranchida diffida la redazione de “La Vita in Diretta”

225

pista ciclabileDopo la rimozione della scorsa settimana dell’arch. Denaro, precedente RUP e Direttore Lavori, al lavoro il nuovo RUP e Direttore dei Lavori per il completamento della ciclabile, geom. Tilotta, con l’onere di esaminare approfonditamente la perizia di variante “incriminata”, definita dal precedente RUP/DL di concerto con l’impresa favarese esecutrice dei discussi lavori.

Perizia, si ricorderà non approvata e nel merito sconosciuta dalla Giunta Tranchida, per cominciare da gran parte dei nuovi tracciati (peraltro molto male…) eseguiti e manchevole del parere del Comando Polizia Municipale per tali nuovi percorsi rispetto all’originario progetto. E proprio il Comando della Polizia Municipale, diretto dall’avv. Caradonna, da oggi e’ il nuovo titolare dello speciale ufficio in cui trovansi adesso incardinato il progetto della ciclabile, dopo il trasferimento operato con delibera della Giunta Tranchida dalla competenza direzionale del Settore Lavori Pubblici diretto dal prima citato arch. Denaro.

“Sconti per nessuno – ribadisce Tranchida – anche a fronte della dolosa creazione della bolla mediatica che ha infangato la città di Erice e la sua comunità” che, si ricorderà, ebbe a svilupparsi in conseguenza della gratuita diffusione della falsa notizia che l’ha generata, per cominciare da Repubblica.it che continuava a titolare “250.000€ di vernice per la pista ciclabile”, a fronte della formale smentita del Comune  che richiamava correttamente alla previsione di 50.000€ complessivi per tale tipologia di lavori, per circa 1/6 maldestramente realizzati dall’impresa in seno ai contestatissimi lavori eseguiti (…per circa 7/8.000€).

In tale direzione la Giunta presieduta da Tranchida ha dato incarico all’avv Giuseppe Rando del Foro di Roma di procedere in sede penale e civile a risarcimento del danno che il Tribunale individuerà anche per corresponsabilità di altri soggetti che a diverso titolo hanno contribuito a diffondere false notizie e/o offendere l’onore e la dignità della comunità rappresentata (all. 1). In tale direzione, al pari la preventiva diffida in capo alla Redazione de “La Vita in Diretta / Rai 1” per la dolosa trasmissione  in danno della città di Erice, sia per aver anche qui e dolosamente “gonfiato” i costi “300.000€ di vernice”, omettendo di essere a conoscenza di ben altri dati come sopra riportato e financo manomettendo, tagliandola, l’intervista dell’Ass Mauro anche sul punto, con il fine di mettere in onda una notizia volutamente falsa (all. 2).

SHARE