Un treno storico alla scoperta di musei, castelli e frantoi del Belice

101

treno storicoUn affascinante treno d’epoca che accompagnerà i viaggiatori alla scoperta dei tesori del Belice: castelli, musei, frantoi. Partirà domenica 26 ottobre dalla stazione centrale di Palermo alla volta di Salemi e Gibellina, dando il via alla seconda edizione di “Sole d’autunno”, festival degli itinerari, stili di vita e prodotti a chilometro zero, promosso dal Gal Elimos e gemellato con “Le Vie dei Tesori”. Un mese di attività alla scoperta di un territorio straordinario, tra arte, prodotti di qualità, sport, attività per bambini. Al viaggio del convoglio, chiamato “Treno storico dell’olio novello del Belice”, farà seguito il 16 novembre il “Treno storico degli Elimi” che andrà da Palermo a Calatafimi-Segesta, per festeggiare la riapertura della linea ferroviaria Palermo-Trapani (via Milo).

Tanto spazio allo sport all’aperto per tutte le età: dalle gare in «Mountain bike» ai «Percorsi avventura» nei boschi del Belice, fino alle gare per  super sportivi, che però non si prendono troppo sul serio, come la «Strong run» fra i boschi di Santa Ninfa. Sono previsti anche per quest’anno dei momenti di approfondimento sui temi legati allo sviluppo rurale e all’economia del territorio, ma anche occasioni di convivialità con sagre, degustazioni, fiere e spettacoli organizzati diffusamente nei vari comuni del Belice.

“Risulta così vincente, visti i dati dello scorso anno, la scelta del territorio  di presentarsi al grande pubblico nel periodo delle più importanti produzioni agricole, con un attento coordinamento e una grande varietà di proposte turistiche, gastronomiche, culturali e sportive”, sottolinea il presidente del Gal Elimos, Liborio Furco.

Alla presentazione della manifestazione, su un affascinante convoglio degli anni Trenta, composto da una locomotiva E626, una vettura postale e una vettura 100 porte, hanno partecipato, tra gli altri, anche il direttore del Gal Elimos, Rocco Lima; il responsabile cooperazione del Gal Elimos, Alessandro La Grassa; il responsabile commerciale dei Treni storici della Fondazione Fs, Mario Silvestri; il sindaco di Salemi, Domenico Venuti; il presidente dell’associazione Trenodoc, Daniele Fucarino.

SHARE