Aeroporto di Birgi, Damiano assicura: “Pagheremo i 300 mila euro dopo l’approvazione del bilancio”

125

birgiSi è svolta questa mattina una seduta straordinaria del consiglio comunale di Trapani, riunitosi allo scopo di fare il punto della situazione sull’aeroporto di Birgi. I consiglieri presenti, all’unanimità, hanno sottoscritto un documento che invita il sindaco di Trapani, in qualità di comune capofila nell’azione di co-marketing a impegnarsi nel sostenere anche in futuro i bilanci dell’Airgest.

“Pagheremo i 300 mila euro subito dopo l’approvazione del bilancio” – ha ribadito il sindaco di Trapani Vito Damiano.  Non è assolutamente vero che i sindaci non vogliono pagare e vogliono la chiusura dell’aeroporto. Abbiamo assunto l’impegno di avviare l’iter amministrativo per un’azione di co-marketing con la Camera di Commercio ed è un impegno che manterremo”.

ll presidente dell’Airgest Salvatore Castiglione ha dichiarato: “Dopo l’abolizione della provincia e la conseguente attribuzione alla regione sono sorte diverse difficoltà. La Regione ha faticato a comprendere il suo ruolo. Ci sono stati momenti difficili che sono però stati affrontati. Il livello di traffico è in linea con le prospettive definite dagli accordi raggiunti con Ryanair. La previsione era di un milione e 500 mila passeggeri per quest’anno ed allo stato attuale siamo ad un milione e 350 mila passeggeri”.

L’on. Fazio si schiera dalla parte della Regione Sicilia: “E’necessario fare di più e meglio. La regione sta facendo il suo!”

“Invitiamo l’amministrazione a onorare il suo impegno d’innanzi al Prefetto, a provvedere con immediatezza al pagamento della somma dovuta e a far recuperare alla città di Trapani la dignità che merita!”– ha affermato il portavoce del Movimento Turismo e Territorio, Fabio Di Bono, che reclama una visione più lungimirante della gestione aeroportuale e dei servizi da parte dei comuni che incassano la tassa di soggiorno.

SHARE