Il comune di Erice provvederà all’accalappiamento dei randagi

160

randagiRiportiamo integralmente il comunicato stampa redatto dal Comune di Erice, in merito all’emergenza randagi.

Preso atto delle numerose segnalazioni pervenute all’ufficio Randagismo, nonché per il tramite del servizio telefonico Colloquia, degli esposti pervenuti per aggressioni da parte di cittadini e turisti oltre che di richieste di risarcimento danni per analoghe fattispecie in atto ed interessanti diverse zone del territorio comunale, con particolare e reiterata consistenza nella zona di Casa Santa alta e San Giuliano / Lungomare;

Considerato, inoltre, che  in data 27.10.2014, anche alla presenza dell’ Ass. Catalano, del Presidente e volontari della convenzionata Ass.ne Lega del Cane e dei Sigg. Sammanà, Gandolfo, Russo, Castagna, Catalanotti, Micucci, D’Esposito, Lo Piccolo, tutti cittadini Ericini, nonché del Cons. Comunale Spagnolo Giuseppe, al pari sì è tenuto un incontro per affrontare  il grave problema del randagismo presente  nel territorio Comunale  e in particolare modo nelle zone di Via S.Anna, Via Manzoni, Via Avellino ,Via Villa San Giovanni, Via Caserta e zone limitrofe, ove si registra una crescente massiccia presenza di cani, anche malati, verosimilmente provenienti a monte, dal Monte Erice (demanio regionale) oltre che dal contesto urbano, a valle, della limitrofa città di Trapani; che tali numerosi cani formando branco destano seri preoccupazioni sull’incolumità fisica o fisico-psichica dei cittadini e fra questi anziani e bambini, di fronte a tale  situazione di pericolo; che dalla suddetta riunione è emersa la volontà di una fattiva collaborazione fra le istituzioni e i cittadini presenti  al fine  di difendere non solo gli stessi individui da eventuali attacchi da  branco e da malattie trasmissibili anche l’uomo ma  di tutelare anche, i diritti di chi non ha voce come gli animali, altresì, che i cittadini presenti alla suddetta riunione si sono financo impegnati a  provvedere alle cure e nutrimento  dei cani randagi che verranno prelevati da dette zone previa sterilizzazione ed eventuali cure  attraverso l’ adozione di quartiere;

Considerato, pertanto, che le esigenze di tutela della sicurezza ed incolumità pubblica richiedono l’adozione di interventi urgenti ed idonei a scongiurare il rischio di pericolo e prevenendo nelle forme di legge ove possibile il randagismo canino, con sistemi dati dalla legge quali la sterilizzazione, la prevenzione, le cure da malattie proprie degli animali, nonché l’adozione degli stessi anche come cani di quartiere, il Comune di Erice rende noto che in data odierna con specifica O.S. ha disposto, a mezzo dei volontari della Lega del Cane in collaborazione con il preposto ufficio comunale Randagismo e con l’assistenza, se necessaria, del Corpo di Polizia Municipale di Erice, di provvedere all’accalappiamento, nei modi consentiti dalla legge , di tutti i cani vaganti nelle strade Comunali Via S. Anna, Via Manzoni, Via Avellino ,Via Villa San Giovanni, Via Caserta e zone limitrofe, nonché nelle zone di San Giuliano – San Cusumano, onde provvedere al loro mantenimento, cure e sterilizzazione presso l’area di Martogna per il necessario periodo temporaneo.

 

SHARE