Marsala, gli studenti del Liceo Scientifico giurati al Premio Mondello

100

scientifico marsalaGli studenti del Liceo Scientifico “Pietro Ruggieri” di Marsala sono giurati del Premio Letterario Internazionale “Mondello Città di Palermo”. Il prestigioso Premio istituito nel 1975 è giunto quest’anno alla 40esima edizione.

Notizie importanti, dunque, per il Liceo diretto dalla professoressa Fiorella Florio, che si attesta tra le scuole d’eccellenza del panorama culturale regionale.
Sono 10 gli studenti, tutti di quinte classi, che fanno parte, infatti, di una Giuria composta in totale da 130 alunni provenienti da 13 scuole siciliane: 10 di Palermo, una di Enna, una di Noto e il Liceo di Marsala, unico in tutta la Provincia di Trapani.

I giovani, dopo aver letto i tre libri finalisti del Premio, ossia “Esercizi di sevizia e seduzione” (Mondadori) di Irene Chias, “La gemella H” (Einaudi – Stile Libero) di Giorgio Falco e “La vita in tempo di pace” (Ponte alle Grazie) di Francesco Pecoraro, hanno consegnato una recensione sui tre testi, improvvisandosi, con la guida esperta della professoressa Francesca Gerardi, critici letterari. Un’analisi critica, richiesta in 1500 battute, che verrà esaminata tra tutte quelle ricevute e la cui migliore riceverà anche un premio in denaro.

Nel pomeriggio di domani, alle ore 16.15, gli alunni del Liceo incontreranno nell’aula magna della scuola, il Professor Giovanni Puglisi, Presidente della Fondazione Banco di Sicilia, Ente Mecenate del Premio Mondello, e il dottor Lorenzo Macchi, del Comitato “Cantiere di Comunicazione”, proprio per discutere del Mondello.
Il prossimo 27 novembre, invece, i 10 alunni, accompagnati dalla professoressa Gerardi, si recheranno a Palermo, alla sede dell’I.T.I. Vittorio Emanuele III di via Duca della Verdura, dove verrà consegnato il Premio all’autore vincitore, e l’indomani, il 28 novembre alle ore 12, una delegazione dello stesso Premio Mondello interverrà a scuola, assieme al vincitore e ad Ernesto Ferrero, Direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino.

SHARE