Tagli al “Fondo patronati”. Si mobilitano i sindacati

78

patronatiE’ convocata per domani, martedì 11 novembre, alle ore 11 nei locali della Uil Trapani in via Nausica 53, una conferenza stampa durante la quale saranno illustrate le iniziative che verranno messe in campo nei prossimi giorni nel territorio trapanese contro la proposta del governo Renzi di ridurre il “Fondo  Patronati”.

I dettagli della mobilitazione saranno resi noti dai direttori dei patronati Inca Cgil, Inas Cisl, Ital Uil e Acli di Trapani, rispettivamente Liria Canzoneri, Salvatore Grassa, Tommaso Macaddino e Biagio Clorofilla.

“I tagli delle risorse ai patronati previsti dalla Legge di Stabilità – affermano – colpiranno in maniera pesante la tutela gratuita dei cittadini. Ci teniamo a precisare che il “Fondo patronati” è costituito dal contributo dei lavoratori e dei datori di lavoro ed è pari allo 0,226 dei contributi assicurativi versati annualmente all’Inps e all’Inail, per cui è chiaro che non si tratta di risorse finanziarie che gravano sulle casse dello Stato, ma di quote di contribuzione dei lavoratori”.

Inca, Inas, Ital e Acli, riuniti nel  coordinamento Ce-pa (Centro patronati), hanno già dato il via a una raccolta di firme cartacee e online a livello nazionale per aderire alla petizione denominata “No ai tagli ai patronati”. Tale iniziativa sarà seguita da ulteriori momenti di mobilitazione che si terranno nei prossimi giorni in tutta Italia, e dunque anche nel territorio Trapanese.

SHARE