La Pallacanestro Trapani si arrende al Forlì 87-89

68

Pallacanestro Trapani – Fulgor Libertas Forlì 87-89 (15-28; 43-47; 64-66)

adecco gold_Giornata 8 TRAPANIVS FORLìLa spunta Forlì in volata al PalAuriga, nell’anticipo dell’ottava giornata di A2Gold. Nonostante il momento dell’anno lascerebbe supporre tutt’altro, si gioca in un caldo sabato sera siciliano. Parte meglio Trapani, che nei primi minuti mostra di essere scesa sul parquet con il giusto approccio. Forlì è brava a rispondere colpo su colpo, ristabilendo la parità e trovando il primo vantaggio del match al 5’, sull’8-10. Le mani della formazione ospite si riscaldano ulteriormente, così che i cinque di coach Finelli tentano addirittura l’allungo (11-18 al 7’). Negli ultimi minuti di periodo si conferma magistrale la grande sinfonia offensiva orchestrata da Abbott e compagni, che segnano 28 punti in un solo quarto di gioco.

Al rientro in campo, un canestro di Bossi e uno di capitan Ferrero consentono ai granata di alzare l’intensità emotiva del match: il break che fa tornare in partita i granata è la naturale conseguenza di questo atteggiamento mutato (28-33 al 14’). E’ soprattutto in difesa che sembra essere cambiata la partita, con il quintetto di Lardo che riesce a stingere qualche vite e l’attacco che, conseguentemente, trova finalmente un po’ di fluidità. Carraretto, da tre, dà ossigeno ai suoi, ma ormai è partita vera (34-39 al 18’). Un bomba di Evans infiamma il PalAuriga e solo l’immenso talento di Becirovic riporta Forlì sul +5 (37-42 al 19’). Si va all’intervallo lungo con una bomba di Baldassarre, che brucia il suono della sirena e assesta il parziale sul 43-47. Inizia la terza frazione e TJ Bray segna immediatamente quattro punti con la mano destra, che teoricamente per lui sarebbe quella debole, e la parità è cosa fatta (47-47 al 22’). La contesa sale di colpi: a Carraretto replica Renzi ed è idealmente giusto che Trapani trovi il primo vantaggio da inizio gara con un gioco da tre punti di Baldassarre, l’uomo che ha fornito l’iniezione di energia ai granata quando ne avevano più bisogno, nel secondo quarto (54-52 al 24’).

Se Trapani non allunga è solo perché Abbott si dimostra un giocatore dall’immenso talento offensivo, dando vita a un botta e risposta con Renzi di altissimo profilo tecnico. La partita diventa bellissima al PalAuriga. Forlì mette di nuovo la testa avanti sullo scadere di periodo, con l’ennesimo guizzo di Abbott (64-66 a fine terzo quarto). Non appena Tarpani perde un filo di lucidità offensiva, l’inerzia dell’incontro sembra pendere di nuovo dal lato forlivese (66-71 al 33’). Nel momento di massima suspense è ancora una volta Baldassarre a segnare una tripla di indicibile peso specifico (69-72 al 34’). Subito dopo Abbott e Carrraretto segnano due tiri da tre consecutivi e tanto basta a mantenere Forlì avanti nel punteggio. Non si può dire che Trapani non ci provi, ma ogni tentativo di rimonta granata viene drammaticamente e puntualmente respinto. Zizic da sotto sembra chiudere i conti, ma un immenso Baldassarre segna ancora da tre e recupera un pallone, per il -3 e palla in mano granata a un minuto dal termine.

È lo stesso pivot trapanese che segna da sotto, in svitamento, nel possesso successivo. Becirovic fa uno su due dalla lunetta e dall’altra parte Evans riporta la contesa in assoluta parità con un incredibile canestro fuori equilibrio (84-84 a 37 secondi dal termine). Abbott sbaglia da tre, ma Forlì prende un fondamentale rimbalzo in attacco, che consente a Beciroviv di dimostrare a tutto il PalAuriga di essere un campione di razza pregiata, con un palleggio arresto e tiro realizzato in faccia all’efficiente raddoppio difensivo granata. Lardo chiama time-out per gestire a tavolino l’ultimo possesso, ma l’esito non è quello sperato: Baldassarre si ritrova a dover forzare un tiro complesso, sbagliando.  In teoria il semiperfetto Abbott lascerebbe un lumicino di speranza a Trapani, perché sbaglia un libero sull’inevitabile fallo trapanese, ma i granata non riescono ad approfittarne. Finisce 87-89 una partita intensa, bella per lunghi tratti e dal finale bruciante per la Pallacanestro Trapani. Prossimo complicatissimo test, per la squadra di coach Lardo, domenica prossima a Barcellona, per il secondo derby in tre giornate.

 

Pallacanestro Trapani: Renzi 14, Meini 3, Baldassarre 22, Bossi 4, Bray 10, Ferrero 5, Evans 18, Conti 11, De Vincenzo ne, Urbani ne. All. Lardo.

Fulgor Libertas Forlì: Abbott 21, Becirovic 14, Carraretto 15, Frassineti 7, Zizic 21, Bruttini, Saccaggi 8, Andreaus 3, Saletti ne, Criveto ne, Brighi ne. All. Finelli.

Arbitri: Ursi di Livorno, Bramante di Buon Albergo (VR) e Gagno di Spresiano (TV)

Spettatori: 3146

 

fonte: Uff. stampa pallacanestro trapani

SHARE