Al Liceo Scientifico “Ruggieri” di Marsala il Premio Letterario Mondello

78

premio mondelloNell’ambito della XL edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello, il Liceo Scientifico “Pietro Ruggieri” di Marsala ospiterà, venerdì 28 novembre alle ore 12, un incontro con Francesco Pecoraro, vincitore del Premio Opera Italiana, intervistato da Filippo La Porta, componente del Comitato di Selezione del Premio. A introdurre l’incontro sarà Ernesto Ferrero, direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino.

Il Liceo Ruggieri è uno dei 13 Istituti siciliani coinvolti dal prestigioso e ‘storico’ Premio Letterario Internazionale Mondello nella Giuria degli Studenti, composta complessivamente da 130 giovani siciliani, e preposta ad individuare il vincitore del Premio Mondello Giovani, uno dei riconoscimenti assegnati sotto l’egida del Mondello. E così nei mesi scorsi, anche 10 studenti marsalesi (allora iscritti al quarto anno e oggi al quinto)  hanno letto le opere dei tre autori precedentemente individuati dal Comitato di Selezione del Mondello, ossia Irene Chias con Esercizi di sevizia e seduzione (Mondadori), Giorgio Falco con La gemella H (Einaudi – Stile Libero) e Francesco Pecoraro con La vita in tempo di pace (Ponte alle Grazie), e votato il loro preferito inviando una motivazione scritta alla Segreteria del Premio.

Il Mondello Giovani andrà a chi fra i tre autori avrà ottenuto il maggior numero di preferenze. L’esito della votazione sarà reso noto a Palermo il 27 novembre al termine di un dibattito aperto al pubblico e ai giovani in primis, sul ruolo e  il significato della letteratura oggi.

E intanto il 4 novembre scorso nell’Aula magna del Liceo si è svolto un incontro “preparatore” con gli studenti interessati, la professoressa Francesca Gerardi, coordinatrice del progetto, e il professor Gianni Puglisi, Presidente della Fondazione “Sicilia” (già “Banco di Sicilia”), ente mecenate del Premio letterario internazionale Mondello.I giovani sono arrivati all’importante appuntamento preparati, attenti, motivati alla lettura e ricchi di spunti di riflessione, dando vita ad un intenso momento di confronto da giurati con il “patron” del prestigioso Premio istituito nel 1975 e giunto quest’anno alla 40esima edizione.

Coordinati dalla professoressa Gerardi, i 10 alunni (due per ogni quinta classe) selezionati in qualità di “critici letterari” per comporre la più ampia giuria regionale formata in totale dai 130 allievi provenienti da 10 scuole di Palermo, una di Noto ed una di Enna, hanno esposto le loro ragioni in sostegno del testo preferito tra i tre libri finalisti del Premio, soffermandosi su quanto maturato dopo la lettura. Soddisfatto il Professor Puglisi, che nei giorni scorsi ha portato a compimento il lungo giro per le scuole siciliane coinvolte, che proprio in apertura dell’incontro si è soffermato sulle origini del Premio, sulle evoluzioni del regolamento inerenti la scelta dei giurati, sulla suddivisione delle tre categorie che lo compongono e sui tanti progetti, in particolare relativi all’arte e alla cultura in genere, della Fondazione “Sicilia”.

Attesa adesso la tappa del 27 novembre alla sede dell’I.T.I. Vittorio Emanuele III di via Duca della Verdura a Palermo, dove verrà consegnato il Premio all’autore vincitore e poi quella, conclusiva, del 28 novembre alle ore 12, quando il Premio Letterario si trasferirà al Liceo Scientifico marsalese.

SHARE