Il Maestro d’arte trapanese Platimiro Florenza inaugurerà sabato 6 dicembre la propria mostra al Museo Diocesano di Monreale

166

Platimiro Fiorenza.jpg 1Sabato 6 dicembre 2014, alle ore 18.00, grazie alla gentile disponibilità di S. E. Mons. Michele Pennisi, si inaugura presso il Museo Diocesano di Monreale la mostra “Platimiro Fiorenza. RossoCorallo e Arte Sacra”, a cura di Rosadea Fiorenza e Cristina Costanzo.

La mostra ospitata presso la prestigiosa sede del Museo Diocesano di Monreale, diretto da Maria Concetta Di Natale, costituisce il terzo momento espositivo del progetto, ideato da Rosadea Fiorenza, “Platimiro Fiorenza. RossoCorallo”, accolto nel 2011 dal Museo di Torre Ligny di Trapani e nel 2013 dalla Galleria Altomani & Sons di Milano e dedicato a Platimiro Fiorenza, continuatore dell’antica tradizione del corallo.

Maestro d’arte trapanese, Platimiro Fiorenza è uno fra i più apprezzati artigiani siciliani capaci di tener viva la secolare tradizione della lavorazione del corallo. Da annoverare tra le eccellenze del patrimonio artistico siciliano, il valore della ricerca di Platimiro Fiorenza recentemente è stato riconosciuto anche a livello internazionale dall’UNESCO, infatti, dal 2013 il maestro è presente nel R.E.I. (Registro delle Eredità Immateriali) nel “Libro dei Tesori Umani Viventi”. Nelle opere di Fiorenza tradizione e innovazione si fondono in un unicum di impareggiabile bellezza, in cui l’inventiva si coniuga sempre con la fedeltà alle tecniche tradizionali.Locandina 1

Nato a Trapani nel 1944, Platimiro Fiorenza si avvicina alla lavorazione del corallo in giovane età. Conseguito il diploma nella Scuola di Arti e Mestieri della sua città, a venti anni parte per Milano, dove inizia un rapporto di collaborazione con il grande scultore Giò Pomodoro. Di ritorno nella sua amata città natale, fonda una bottega con laboratorio sempre aperta a tantissimi giovani, provenienti da tutta la Sicilia e desiderosi di imparare l’arte e gli antichi trucchi del mestiere. Dagli anni ’70 ad oggi ha esposto in Italia e all’estero riscuotendo grande successo di pubblico e di critica e ottenendo riconoscimenti di alto profilo. Le sue opere fanno parte di prestigiose collezioni pubbliche e private quali il Museo Diocesano di Monreale e i Musei Vaticani.

Il Museo Diocesano di Monreale, come sottolinea il direttore aggiunto del Museo Lisa Sciortino, “particolare contenitore di arti decorative esempio dell’abilità raggiunta dalle maestranze artistiche siciliane nel corso dei secoli, ha scelto di ospitare nel grande salone San Placido una mostra d’arte contemporanea al fine di presentare al pubblico l’antichissima tradizione dei maestri corallari trapanesi”. In occasione della mostra “Platimiro Fiorenza. RossoCorallo e Arte Sacra”, insieme ai manufatti di carattere sacro realizzati dal maestro trapanese, vengono esposte le preziose opere in corallo facenti parte della collezione del Museo Diocesano di Monreale, nel segno di una continuità artistica che testimonia l’attualità del messaggio cristiano nell’arte dei giorni nostri.

Nel corso dell’evento la famiglia Fiorenza donerà all’istituzione museale monrealese una pregevole opera realizzata da Platimiro Fiorenza nel 2004: un presepe in corallo, oro, argento, avorio e alabastro, posto sotto una campana in vetro del XIX secolo, che entrerà così a far parte della collezione permanente del Museo Diocesano di Monreale.

In occasione della mostra “Platimiro Fiorenza. RossoCorallo e Arte Sacra”, inoltre, verrà realizzato il catalogo, a cura di Rosadea Fiorenza e Cristina Costanzo, con i testi di S.E. Mons. Pennisi, Maria Concetta Di Natale, Lisa Sciortino, Rosadea Fiorenza e Cristina Costanzo.

La mostra sarà visitabile sino al 18 gennaio 2015.

SHARE