L’Osservatorio per la legalità/ Co.Di.Ci. chiede al Comune di Trapani la pubblicazione dei nomi dei beneficiari degli incentivi extra stipendio

55

co.di.ci.I compensi “extra stipendio” per alcuni dipendenti comunali dell’ufficio Tributi (non ancora pubblicati sul sito del Comune di Trapani) sono al centro dell’attenzione da parte dell’Osservatorio per la Legalità/Co.Di.Ci.  “Centro per i Diritti del Cittadino”.

Infatti, lo scorso dicembre 2013 (nonostante le note proteste per la Tares ) veniva pubblicata sul sito del Comune di Trapani Delibera di G.M. n. 185 del 24.12.2013 inerente la determinazione del Fondo Incentivante ICI di cui all’art. 59 comma1, lett.p) del D.lgs 446/97 – anno 2013, con la quale venivano liquidate ad alcuni dipendenti, somme per € 50.000, come compenso incentivante extra stipendio. Tale prelievo, assolutamente legittimo in quanto previsto dalla legge, deriva dalla possibilità di destinare una percentuale del gettito d’imposta comunale sugli immobili(ICI) al potenziamento degli Uffici tributari del Comune. In particolare, la previsione è ai sensi dell’art. 20, comma 2, del Regolamento per l’applicazione dell’imposta ICI sugli immobili, laddove la Giunta Municipale attribuisce compensi incentivanti al personale addetto al Servizio Tributi per un importo non superiore al 15% dell’imposta riscossa a seguito di attività di accertamento.

La pubblicazione della suddetta delibera non consente tuttavia di individuare i nominativi dei dipendenti/dirigenti comunali beneficiari degli incentivi riportando solamente dati percentuali di assegnazione; sempre nella delibera in questione non sono spiegati quali siano stati i criteri di distribuzione/assegnazione degli incentivi goduti né l’importo assegnato a ciascun dipendente comunale. Tutto ciò in palese inottemperanza rispetto alla normativa vigente sulla Trasparenza – D.lg.s 33/2013, e al Regolamento dell’A.N.AC, approvato con delibera n. 74/2013- per i quali tali dati e nominativi devono essere pubblicati sul sito dell’Ente.

“Non si vuole togliere nulla ai dipendenti comunali dell’Ufficio Tributi che ogni giorno lavorano con determinazione ed impegno, ma nell’ottica della Trasparenza e di render conto ai cittadini circa le modalità di spesa delle risorse pubbliche, abbiamo constatato che sul sito internet del Comune di Trapani, non risulta ad oggi pubblicato l’allegato elenco coi nomi e la somma spettante ai singoli beneficiari di questa determina, come invece obbliga la normativa sulla trasparenza”recita il comunicato emanato dall’Osservatorio per la Legalità/Co.Di.Ci.  Centro per i Diritti del Cittadino. Rilevato ciò, – continua – ci siamo tempestivamente attivati per effettuare un “Accesso Civico”, (trasmesso via pec in data 20.11.2014 al Segretario Generale, come prevede la normativa in questione)  per chiedere che tale elenco venga immediatamente pubblicato sul sito dell’Ente insieme al provvedimento, a disposizione di quanti vogliano consultarlo, sanando così la carenza informativa dell’amministrazione. La stessa iniziativa è stata  intrapresa dall’Associazione CO.DI.CI. a Catania, per il medesimo motivo con cifre di molto superiori e che attualmente, vista la parziale pubblicazione delle sole cifre e non dei nominativi dei lavoratori, è al vaglio dell’ANAC – Autorità Nazionale AntiCorruzione. Adesso attendiamo i canonici 30 giorni per avere riscontro e per quanto ci riguarda continueremo a tenere informati i cittadini”.

SHARE