Co-marketing per Ryanair: la lettera aperta di Ignazio Galuppo a Francesco Salone

182

galuppoRiportiamo di seguito, la lettera aperta indirizzata al consigliere comunale trapanese Francesco Salone da parte del presidente del consiglio comunale di Favignana, Ignazio Galuppo, in risposta all’appello lanciato dal primo circa l’accordo di co-marketing per Ryanair siglato da tutti i Comuni della provincia.

“Gentilissimo collega,

è con grande sollecitudine che condivido l’invito rivolto ai consiglieri comunali del 24 Comuni della nostra Provincia a vigilare e stimolare le rispettive Amministrazioni affinché vengano versate le quote di competenza e venga, quindi, rispettato l’accordo di co-marketing con Ryanair nel quale gli stessi Comuni, con la Camera di Commercio capofila, si sono impegnati.

Il mio sostegno a quest’appello giunge forte ed autorevole, alla luce del comportamento irreprensibile assunto dal Comune di Favignana – Isole Egadi, che risulta tra i pochi ad aver adempiuto totalmente, in tal senso, ai propri obblighi. Ricordo, infatti, che già il 27 ottobre scorso l’Ente aveva provveduto a versare anche la seconda rata, dell’importo di 40 mila euro, destinata a finanziare l’operazione di co-marketing per la promozione del territorio e per la permanenza della compagnia irlandese Ryanair in provincia, e che recentemente ha versato finanche il 50 per cento della terza rata; la puntualità di tale operazione (il Comune, com’è noto, era stato chiamato a dare il proprio contributo economico versando la somma di 160.000 euro) è stata possibile anche grazie all’approvazione, da parte del Consiglio Comunale, del bilancio di previsione con le necessarie somme stanziate a tale scopo.

L’Amministrazione egadina, dunque, così come promesso in fase di accordo e come già dimostrato con il primo, puntuale, versamento, ha continuato ad essere “virtuosa” in questo percorso, sul quale nei mesi scorsi era intervenuto il sindaco, Giuseppe Pagoto, puntando l’attenzione sull’Airgest, sulla programmazione dei voli, sull’azione politica necessaria da intraprendere e soprattutto sulla programmazione nella proposta delle politiche turistiche, tanto vitale per il nostro territorio.

Il primo cittadino aveva evidenziato esattamente che la propria Amministrazione procede con la ferma intenzione di onorare totalmente l’impegno, e che a tale scopo ha attinto le risorse all’interno del proprio bilancio andando incontro anche a notevoli difficoltà e sacrifici. Il tutto a tutela del turismo, che è e resta, forse, l’unica risorsa che va preservata e sviluppata negli anni futuri, ma anche a tutela di chi utilizza i vettori della Raynair per motivi di lavoro, studio e salute.

Non posso che trovarmi, dunque, d’accordo, con l’appello rivolto ai colleghi del territorio, soprattutto in virtù degli obblighi cui, senza mai bisogno di richiami, abbiamo ottemperato, e senza poterci mai avvalere, in assenza di una modifica della norma nazionale, dell’istituzione di una tassa di soggiorno o dell’aumento della tassa di sbarco per incrementare le nostre risorse finanziarie.

Ricordo, inoltre, che il sindaco delle Egadi aveva anche chiesto nei mesi scorsi la convocazione urgente di un tavolo tecnico politico per conoscere la strategia di Ryanair nel territorio trapanese e coinvolgere totalmente i Comuni interessati.

Il Consiglio Comunale che mi onoro di presiedere, da quando ha votato all’unanimità la presa d’atto dell’accordo di co-marketing e promozione del territorio, non si è mai fatto trovare impreparato sull’argomento, lavorando in sinergia e in piena collaborazione con l’Amministrazione Comunale, per “rassicurare” la Ryanair sull’andamento regolare del patto siglato in suo favore.

L’appello rivolto al territorio è, quindi, totalmente anche il nostro, proprio alla luce dell’esempio che siamo stati in grado di offrire a tutti gli attori coinvolti e a tutela dello sviluppo e dell’economia della nostra Provincia”.

SHARE