La Pallacanestro Trapani sciupa ed esce sconfitta a Biella. Finisce 95-91

66

biella-tpUn’altra sconfitta esterna che brucia, causata dalla mancanza di lucidità dei granata, che non hanno saputo resistere al ritorno biellese degli ultimi 15 minuti. Tanti segnali positivi per Trapani, in una serata in cui i granata sono riusciti ad imbrigliare Voiskuil ma alla fine hanno pagato il conto pur avendo avuto in mano il tiro della vittoria. Partenza equilibrata della gara, con Trapani che si fa trovare subito pronta. Il primo parziale è contraddistinto la vena di Alex Legion e dalla precisione complessiva dei giocatori granata. Una verve agonistica e tecnica che consente alla Pallacanestro Trapani di portarsi sul 13-20 all’8’. La prontezza degli uomini di Lardo è assolutamente palpabile e permette loro di chiudere avanti di sei lunghezze il primo quarto.

Il primo canestro granata del secondo parziale è di Andrea Renzi, che cattura un ottimo rimbalzo offensivo. Trapani alterna  la zona alla difesa individuale e il dispositivo difensivo provoca qualche difficoltà alla formazione di casa. Il canestro pesante di Ferrero regala il 24-31(13’). I granata naturalmente puntano Voskuil, cercando di limitarlo: ne traggono beneficio i suoi compagni, che iniziano a colpire, trovando in Lombardi e Laquintana ottime sponde offensive. Biella si fa avanti e si porta avanti sul 32-31 proprio con una conclusione pesante di Lombardi. Legion gli risponde: è una fase in cui si segna a ripetizione e i vantaggi alternati sono ripetuti e frenetici. Trapani riesce a scavare un “più 4” (39-43 al 18’). Lombardi e Laquintana proseguono nel loro show ma Trapani tiene sempre botta e respinge gli assalti avversari. Si va all’intervallo più lungo con il quintetto di Lino Lardo avanti di sei punti.

Laquintana parte alla grande nel terzo periodo, sorprendendo sulla linea di fondo la difesa granata e procurandosi un gioco da tre punti. Baldassarre gli risponde immediatamente e recupera anche palla in difesa. La prolificità offensiva delle due squadre non si spegne, le difese non riescono a trovare le contromisure adatte. In fondo, è una gara diversa da quella che ci si attendeva: sembrava che Lardo scegliesse di tenere un ritmo non forsennato, invece i granata si ritrovano a reggere il vantaggio proprio sull’attacco. Baldassarre da oltre 6.75 è scatenato, ne mette tre di fila ed è il segnale di un break importante. Renzi e Legion issano Trapani sul 52-65 al 15’ in una fase del match in cui Biella è nervosa e si vede sanzionata due falli tecnici. Un canestro di Marzaioli interrompe l’emorragia di Biella. Un libero di Legion (27’) stabilizza Trapani sul “più 14” (60-74). Ma arriva la reazione di Biella che produce un ottimo sforzo, chiudendo il terzo periodo sul “meno 7” (68-75).

Chillo mette paura a Trapani, aprendo il parziale conclusivo con una conclusione che fissa il 70-75. Trapani è in rottura, non trova fluidità, il canestro avversario sembra essersi improvvisamente ristretto. Raymond dà ai suoi il 70-73, con l’ambiente ormai surriscaldato e l’inerzia completamente girata a favore dei piemontesi, che acchiappano con Marzaioli a quota 75 la parità. Biella sorpassa Trapani ma i granata trovano subito la forza di riagguantare i granata sul 77 pari (35’). Il quintetto di Lino Lardo non riesce a rimettere il naso avanti, il finale si preannuncia infuocato. Il problema è che Trapani in attacco non segna più, non riesce a trovare il bandolo della matassa, smarrendo la capacità di frenare le scorribande dei padroni di casa. Biella vola sull’82-77 (36’). Un canestro da tre punti di Legion restituisce la speranza ai granata, che falliscono il pareggio e sono costretti sempre ad inseguire (85-80 al 38’). Baldassarre e ancora Legion sono determinanti nel riportare Trapani sotto di una lunghezza nell’ultimo minuto. Raymond dalla lunetta porta Biella sul 90-87 a 34 secondi dalla fine. Renzi fa due su due dalla lunetta, Raymond torna ai liberi per il fallo di Baldassarre e non sbaglia. E’ una saga di viaggi in lunetta e il match-ball di Legion si infrange sul ferro a cinque secondi dal termine. Per Trapani è un ritorno a casa amarissimo, sigillato dal due su due finale ai liberi di Berti. Con questo carattere, però, presto tornerà anche la vittoria fuori casa.

Biella-Pallacanestro Trapani (20-26; 42-48; 68-75)

Biella: Chillo 6, Laquintana 20, Infante 2, Lombardi 19, Berti 7, Raymond 24, Voskuil 6, De Vico 7, Marzaioli 4, Pollone ne, Danna ne. All. Corbani.

Pallacanestro Trapani: Renzi 19, Meini , Baldassarre 20, Bossi 3, Bray 14, Ferrero 3, Legion 30, Conti 2, Urbani ne, De Vincenzo ne. All. Lardo.

Arbitri: Gianluca Gagliardi di Anagni (FR), Alessio Fabiani di Altopascio (LU) e Valerio Grigioni di Roma.

 

SHARE