Trapani, Il “Villaggio fantastico di Natale” apre i battenti tra le critiche

361

villaggio nataleE’ stato inaugurato ieri pomeriggio il “Villaggio fantastico di Natale”, iniziativa voluta dall’amministrazione comunale di Trapani e realizzata dalla direzione artistica dell’Ente Luglio Musicale.

A dare il via al Villaggio, una sfilata per le vie del centro storico di vari personaggi dei cartoni animati, che a suon di musica hanno allietato gli astanti, accompagnati dalle note della banda città di Trapani e dall’animazione di giocolieri e trampolieri.

La sfilata è stata preceduta da una conferenza stampa nella quale il sindaco di Trapani Vito Damiano ed il consigliere delegato dell’Ente luglio musicale Giovanni De Santis hanno illustrato il programma e lo spirito della manifestazione, rispondendo anche alle tante critiche arrivate in questi giorni.

Foto Bova
Foto Bova

In primis, il primo cittadino della città falcata ha ribadito che l’iniziativa è stata realizzata a costo zero per le casse comunali. Sia le luminarie che le scenografie sarebbero state infatti ritrovate abbandonate all’interno dei magazzini del Comune. Abbiamo recuperato scenografie dell’Ente Luglio Musicale, che erano abbandonate a marcire nei magazzini– ha chiarito De Santis –grazie al lavoro dei nostri operai e artisti le abbiamo sistemate in pochi giorni e rese nuovamente fruibili. Siamo riusciti ad ottenere alcune sponsorizzazioni per finanziare il progetto .I concerti verranno finanziati dal Luglio Musicale stesso e, con un contributo minimo d’ingresso al Villaggio di Natale, l’operazione dovrebbe essere a costo zero, se non addirittura in utile“. 

Il consigliere delegato del Luglio musicale Giovanni De Santis si è inoltre pienamente assunto la responsabilità delle scelte artistiche fatte: “Le scenografie non hanno nulla a che fare con il Natale? Il paradosso era nel nostro intento. Il nostro scopo era suscitare anche provocazione, specialmente in una città dove stagna la coscienza civile e civica, per questo abbiamo immaginato un altro modo di fare le cose”. Gli elementi scenografici ristrutturati provengono da rappresentazioni del Macbeth, dell’Aida, della Carmen, della Cenerentola e della Madama Butterfly. Tali scenografie si trovano sparse per il centro storico. Una di queste, la grande sfinge posizionata di fronte palazzo Cavarretta è stata danneggiata da vandali nel corso della notte di domenica.

sfingeDamiano e De Santis hanno tenuto ad evidenziare come la manifestazione sia principalmente rivolta ai bambini.  “Abbiamo consegnato quel quadrante urbano alla fantasia dei bambini – riferisce De Santis –  perché sono loro che devono usufruire degli eventi realizzati”.

Tante le iniziative in programma in questi quindici giorni, dai  laboratori di pittura a quelli di cucina e fumetto, dai momenti di animazione a spettacoli teatrali e di giocoleria. Circa una ventina di concerti verranno realizzati all’aperto, all’interno delle chiese e dei palazzi storici del centro cittadino. In programma anche laboratori gastronomici per bambini a cura del centro “Nuara”,  i Mercatini di Natale, un villaggio del gusto in Piazza mercato del pesce.

 

 

 

SHARE