Radioterapia al Sant’Antonio Abate, altro passo in avanti

128

radioterapia ericeIn data odierna, il sindaco della città di Erice Giacomo Tranchida, unitamente ad una delegazione di consiglieri comunali di maggioranza (Spagnolo, Martines, Ingrasciotta, Agliastro, Simonte, Ciaravino ), alla presenza della presidente dell’associazione Mondo donna, dott.sa Angela Cangemi, si sono incontrati con l’Assessore Lucia Borsellino al fine di avere prontezza dei reali propositi che ha il governo della Regione in merito alla realizzazione del centro di radioterapia presso la struttura ospedaliera Sant’Antonio Abate.
In tale occasione è stato depositata, presso l’assessorato di competenza, la variante urbanistica approvata in data 9/12/2014 dall’intero Consiglio Comunale.
Al riguardo, nel rappresentare all’Assessore Borsellino che tutti gli adempimenti di competenza dell’Amministrazione ericina sono stati completati, si sono formulati precisi quesiti sulla disponibilità economica e sulle tempistiche per giungere alla realizzazione del bunker/radioterapia, per il quale è stato stimato un importo di euro 3.600.000,00.
Il confronto è risultato abbastanza positivo in quanto sono state prese in considerazione le varie ipotesi tra le quali:
a) Finanziamento tramite fondi sanitari regionali b) Finanziamento a cura dell’ASP c) Finanziamento e/o compartecipazione con deroga regionale allo sforamento del patto di stabilità con eventuale permuta/cessione beni immobili a favore della città di Erice.
In tale direzione l’Assessore si è impegnata a convocare, prima della fine dell’annpo, una opportuna confereza di servizi necessaria per
fissare le giuste determinazioni e previsioni necessarie per superare ogni ostacolo tecnico-burocratico-governativo.
Considerato che non ci sono più alibi e che la politica ericina, da sempre capofila su questo tema ha fatto la sua parte, si aspetta fiduciosi l’intervento conclusivo della Regione Sicilia.

SHARE