Trapani, rifiuti buttati nei cassonetti dagli abitanti dei Comuni vicini. La Polizia Municipale intensifica i controlli ed eleva 19 verbali

119

cassonettiOltre alla spazzatura dei trapanesi nei cassonetti, ora arriva anche quella dei residenti dei Comuni vicini e al di fuori dalle fasce orarie  (dalle 17 alle 22) previste dall’Amministrazione comunale del Capoluogo. A tale scopo, sono stati intensificati i controlli della Polizia Municipale. Nella sola mattinata di oggi sono stati multate  ben 19 persone (15 residenti in altri Comuni). Il fenomeno si è intensificato a seguito della chiusura  per saturazione della discarica di contrada Borranea. L’azione di controllo è finalizzata soprattutto a scoraggiare il conferimento nei cassonetti dei rifiuti prodotti nei Comuni limitrofi, i cui sindaci hanno emesso ordinanza con la quale invitano i loro cittadini a tenere a casa i sacchetti dell’immondizia.

La discarica di contrada Borranea finora ha raccolto la spazzatura della cosiddetta “Srr Trapani Nord” e dell’ATO Palermo 1 a seguito di una disposizione del ‘Dipartimento regionale Acqua e rifiuti’ dopo la chiusura della discarica di Siculiana.

“La Regione ha fatto sapere – riferisce il Sindaco – di aver revocato, su nostra richiesta, l’ordinanza che autorizzava l’ATO Palermo 1 e l’SRR Trapani Nord a conferire i rifiuti presso la discarica di contrada Borranea. Abbiamo ulteriormente richiesto la revoca di quella che autorizza fino al 28 dicembre il Comune di Partinico a scaricare a Trapani per consentire al Comune di Trapani di avvalersi della sua discarica”.

SHARE