Comandante Morace: “Un Trapani da A. Mancosu?…”

200

moraceEra il lontano 2005 quando l’armatore napoletano Vittorio Morace decise di acquisire una società di calcio in piena crisi finanziaria, il Trapani Calcio, allo scopo di rilanciarla e di portarla in pochi anni nei campionati professionistici. Sin da subito la cura Morace ebbe il suo effetto. La società granata fu infatti in grado di risalire la china anno dopo anno e di porsi nei piani alti di tutti i campionati fin qui disputati nel corso della sua gestione. Eppure il Comandante non ha mai smesso di sognare. Il suo obiettivo è la serie A. Lo scorso anno i granata non riuscirono per un soffio ad acciuffare i play off e anche in questa stagione si stanno riconfermando come possibile outsider delle principali, blasonate protagoniste.

“Vivo il Trapani da padre, e rispetto a 10 anni fa, quando non conoscevo cosa fosse il tifo nel calcio, c’è stata un’evoluzione enorme. Ogni volta che assisto ad una partita è sempre un’emozione vedere i tifosi che accolgono i giocatori. Adesso tutti rispettano il Trapani e siamo contenti di questo”-  ha esordito il Comandante nel corso della trasmissione Sport Sud – il lunedì, andata in onda ieri sera. “Purtroppo in questa stagione abbiamo avuto molti infortuni – ha proseguito – ma abbiamo comunque giocato bene. L’anno giusto per la A? Sono convinto che se non avessimo avuto questi infortuni avrebbe potuto esserlo. Se avessimo avuto Mancosu, Iunco, Scozzarella e senza qualche errore arbitrale saremmo al primo posto. Ad ogni modo la speranza è l’ultima a morire; vedremo cosa ci riserverà il girone di ritorno”.

La parola d’ordine in casa granata è certamente continuità. Squadra che vince non si cambia e il Comandante non intende certamente privarsi di coloro che in questi anni hanno contribuito ai successi granata, il tecnico Boscaglia e il Ds Faggiano in primis, con cui i rapporti sono sempre idilliaci come ha confermato lo stesso patron.

Infine sull’imminente sessione di mercato: “Valuteremo il da farsi. Mancosu rimane anche a Gennaio? Credo di sì…sono sicuro che rimarrà”.

SHARE