Morte di Anna Maria Cascio, condannati a quattro mesi cinque medici

859

mediciCondannati a quattro mesi di reclusione ciascuno, i medici dell’Ospedale di Alcamo “San Vito e Santo Spirito” Francesca Lombardo e Salvatore Costantino, insieme ai medici del nosocomio di Marsala Giuseppe Maggio, Attilio Mancino e Pietro Ruggirello, per omicidio colposo per colpa medica che ha visto il decesso dalla sigra Cascio Anna Maria.

Questa la sentenza del Tribunale monocratico di Trapani, presieduta dal Dott. Franco Messina, all’esito di un lungo processo durato tra attività di indagine e attività dibattimentale oltre sette anni.

Una sentenza che ha visto accolta la tesi delle parti civili, ovvero dei genitori della sig.ra Cascio difesi di fiducia dall’Avv. Valerio Duca e del coniuge e dei fratelli della stessa difesi di fiducia dall’Avv. Sergio Vitale.

La vicenda risale all’agosto del 2007 quando la sig.ra Cascio Anna Maria lamentando forti dolori addominali si presentava per ben due volte presso l’ospedale di Alcamo. In quell’occasione i medici Lombardo e Costantino che la presero in cura non effettuarono i dovuti esami, ne diagnosticarono il tumore al colon da cui la giovane donna era affetta e la dimisero.

Ricoverata d’urgenza presso l’ospedale marsalese la sig.ra Cascio fu sottoposta a due interventi chirurgici effettuati d’urgenza, il primo dei quali a ben cinque giorni dal ricovero, il cui modus operandi è risultato inidoneo rispetto al caso della giovane donna, con ciò portando alla  morte della stessa, deceduta il 10.09.2007.

 

SHARE