Erice, il sindaco Tranchida traccia il bilancio del 2014

171

Attraverso un lungo comunicato stampa, il sindaco di Erice Giacomo Tranchida ha tracciato il bilancio dell’attività politico/amministrativa svolta nel 2014.

 

L’orologio, inesorabile, segna le ultime ore dell’anno 2014. Un anno difficile, gravoso, ancor più segnato dalla imperante crisi, non solo per molte famiglie della nostra comunità ma anche per tante imprese e lavoratori disoccupati. Molte delle iniziative intraprese dai Comuni – penso alla “comoda” delegata tassazione da parte dello Stato centrale in capo ai Comuni, che sovente rischiano di diventare esattori per conto di Roma – finiscono per incidere su tale e di già precaria situazione socio-economica. Di contro, il paradosso, come nel nostro caso: il permanere dei vincoli legislativi (cd “patto di stabilità”), di fatto, ci impedisce di spendere un tesoretto di quasi 12.000.000€ al 31/12/2013 di AVANZO di AMMINISTRAZIONE, per oltre il 75% disponibile (!). Opere e servizi necessari, anche per creare e stimolare occupazione oltre che migliorare la qualità della vita, per tale capacità di spesa vengono rimandati nell’attesa dell’allentamento futuro dei vincoli europei. Ad ogni buon conto, consci delle nostre responsabilità, anche nel 2014, in mezzo a mille nuovi ed imprevisti ostacoli, non abbiamo lesinato impegno e sacrificio, ed insieme alla collegiale azione della Giunta ed al fondamentale supporto della maggioranza consiliare, di seguito, in sintesi, alcuni risultati
raggiunti e significative azioni conseguite.

ACQUA: ormai a regime l’approvvigionamento idrico dal MONTE SCURO, una battaglia quasi ventennale; nel 2015 dovremmo conseguire anche la potabilizzazione della DIGA RUBINO, quale supplemento idrico per le comunità di tutto l’agro-ericino e per il trapanese. Adesso, grazie al primo positivo esito della vertenza giudiziaria (consulenza CTU Tribunale di Trapani) al tavolo della Regione si sposta nel 2015 la candidatura per il nostro progetto di nuova rete idrica per Casa Santa e Pizzolungo – atteso che l’acqua dissalata ha devastato sia le condutture cittadine e danneggiato i sistemi idrici domestici – oltre alla CLASS ACTION, sempre nei confronti della Regione, per rifondere i danni patiti dai nostri concittadini; permane il contenzioso con EAS / Regione per gli interventi di manutenzione ordinaria alla rete idrica comportanti costi di circa 250.000€, annualmente, ad oggi anticipati dal nostro Comune.

FOGNE: dopo il completamento di San Cusumano alta, gli abitati di Rigaletta / Roccaforte / San Giovannello finalmente serviti con la nuova rete fognaria. Il 2015 dovrebbe portare a definizione il contenzioso latente con il Comune di Trapani per il sistema depurativo e dunque per il potenziamento fognario di Napola. La nuova Agenda dei Fondi Europei 2014/2020, diversamente dall’Ato Idrico TP7 mai attivato, dovrebbe garantire le risorse per mettere mano alla depurazione nel centro storico di Erice ed estendere il sistema fognario a Pizzolungo, oltre che completare / attivare quello di Ballata.

GAS – METANO: completata la metanizzazione nelle località di Rigaletta e Roccaforte. Al pari, avviati i lavori per la rete di distribuzione per Pizzolungo. Sempre a valere dei fondi europei di prossima spesa regionale, ricandideremo il progetto per il centro storico di Erice.

PUBBLICA ILLUMINAZIONE: attivato il Patto dei Sindaci per l’energia alternativa/risparmio energetico, che ci vede Comune capofila per larga parte del territorio provinciale. Tanto al fine di dotare i nostri Comuni del Piano Energetico indispensabile per
accedere ai fondi comunitari. Per la pubblica illuminazione cittadina: la scommessa dell’appalto / individuazione ESCO, a valere di un co/finanziamento per 1.000.000€, per la trasformazione a LED degli oltre 5000 corpi illuminanti comunali nel 2015/2016, oltre al ripristino di diversi tratti oggetto di furti di rame ed il potenziamento di zone ancora non servite e/o poco illuminate.

RETE WI FI E SERVIZI COMUNALI ON LINE: Nel 2015 verrà realizzato, in quanto già finanziato, il sistema WI FI in Erice centro storico con collegamenti in favore delle località turistico-balneari di Pizzolungo e spiaggia San Giuliano.
Completata, ma non ancora attivata dalla Regione, la richiesta rete ADSL per servire la frazione di Ballata. Attivato, per le pratiche edilizie/urbanistica il servizio ONLINE e per l’autocertificazione Anagrafica. Nel 2015 sul WEB il servizio TELEAMICOCOMUNE.

ZONA FRANCA URBANA e PIANO REGOLATORE GENERALE: conseguiti benefici fiscali per circa 120 Aziende in ragione di circa € 65.000 cadauna; il 2015 dovrebbe portarci, con il definivo voto del CRU, l’auspicata e candidata modificazione urbanistica delle aree di San Giuliano e San Cusumano per l’insediamento di nuove attività commerciali e nel settore dei servizi turistico-ricettivi. Il 2015 potrebbe anche vedere la Regione approvare il nuovo PRG all’esame del Consiglio comunale, che favorisce diversi interventi pubblico-privato per la realizzazione di infrastrutturazioni pubbliche, in un’ottica di perequazione urbanistica, così stimolando gli investimenti privati e contenendo i costi comunali per l’urbanizzazione.

TERRITORIO E AMBIENTE: ultimati i lavori per il CANALE DI GRONDA a tutela degli abitati di Casa Santa / Raganzile. Realizzati con fondi regionali 5 cantieri di servizi, con 50 disoccupati a salario pieno trimestrale, impegnati per la manutenzione a verde di ville, giardini e aiuole.
Contenuti i danni da incendi grazie all’attività di prevenzione di Protezione Civile nonché alle attività di prevenzione/repressione in danno di privati conduttori di terreni in abbandono.
L’auspicio che per il 2015 la Regione destini fondi europei per la tutela territoriale, consentendoci di completare il canale di gronda anche sul versante Argenteria / Casa Santa – Villa Mokarta, nonché, la realizzazione del sistema cittadino di smaltimento acque bianche.
RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI: da Gennaio 2015 esteso il servizio RD p/porta anche a Pizzolungo e agglomerati sprovvisti di Ballata/Tangi. Acquisito il decreto regionale, in atto alla registrazione della Corte dei Conti, nel 2015, finalmente il via ai lavori per l’attivazione del CCR (Centro comunale di Raccolta), con incentivi / detrazioni fiscali per i cittadini aderenti. La vigente e recente manovra tariffaria adottata d’intesa con il Consiglio comunale per la nuova Tassa Rifiuti (Tari), non solo favorisce anziani e nuclei familiari non numerosi ma incentiva con particolari bonus l’atteggiamento collaborativo dei cittadini e delle attività d’impresa per la compartecipazione all’azione di abbattimento quantitativo e recupero qualitativo dei rifiuti. La nuova tassa prevede inoltre sgravi incentivanti per la pratica del compostaggio domestico, per giovani imprese e per nuclei giovani e/o residenti nelle zone a rischio spopolamento (Ballata/Tangi e centro storico di Erice).
SCUOLE: la SCUOLA BADEN POWELL, dopo oltre 15 anni di chiusura, lo scorso Settembre e’ tornata ad essere la Scuola di San Giuliano. Circa 2.000.000€ (dei quali circa 1.500.000€ a valere dei fondi nazionali dedicati), in parte già investiti nel 2014 e per gran parte per l’esecuzione di opere e lavori in corso (scuola Pascoli) o di pronta esecuzione nel 2015, completeranno l’onerosa programmazione finanziaria da diversi anni intrapresa, non solo per rendere sicure e di serie “A” le nostre scuole, ma per potenziarne e ammodernarne l’offerta infrastrutturale (fotovoltaico) e di servizi anche per gli istituti De Stefano, Mazzini, Castronovo e Pagoto. Nel 2015, se la Regione non ci “ripensa” dovremmo finalmente inaugurare il primo Asilo Nido comunale, garantendo comunque il servizio integrato di scuola materna.
IMPIANTI SPORTIVI: completati i lavori per il nuovo BOCCIODROMO di Napola, nel 2015 la fornitura degli arredi per consentirne la candidatura sportiva nazionale. Dopo il recupero, in collaborazione con l’Associazione Saman, dei due campi da tennis in terra battuta nel centro storico di Erice e la realizzazione dei campetti di “quartiere” in prossimità delle Parrocchie di
Ballata, Napola, Pizzolungo, Rosmini, Madonna di Fatima, grazie anche ai correnti lavori ed a quelli di prossimo appalto nel 2015, il completamento degli impianti sportivi nel nuovo quartiere di Pegno, in prossimità della scuola “Giovanni Paolo II”, nonché degli impianti adiacenti alle Scuole “Pagoto” a Villa Mokarta e “Gemellini Asta” a Raganzile, nonché a Cristo Re – San Giuliano. Ultimati i lavori per la rifunzionalizzazione della Palestra, non solo scolastica, Walt Disney. Di prossimo appalto il conseguito finanziamento di circa € 1,5 milioni dalla Regione per il rifacimento, a VILLA MOKARTA, del campo di calcio a 11
in erba sintetica, spogliatoi, parcheggio e gradinata; conseguito finanziamento a tasso agevolato di 420.000€ dal Credito Sportivo per il rifacimento della copertura e realizzazione del parquet al PALACARDELLA. Acquisito finalmente il nulla osta dal CRU, al
via in project financing per la CITTADELLA DELLO SPORT “FALCONE-BORSELLINO”, ex Campo Bianco sul Lungomare di San Giuliano. A regime la fruizione gratuita, ma protagonista da parte di svariate Associazioni sportive, del PalaCardella, Palestra San Giuliano, Palestra Walt Disney, Palestra San Nicola oltre che dell’impianto ex Campo Bianco.
EDILIZIA URBANA E SOCIALE: ultimata la parte infrastrutturale della scalinata di Ballata, nel
2015 il completamento con gli arredi. Riqualificata area pubblica / slargo, dedicato a “Nino Via”, limitrofo alle case popolari IACP di Raganzile. In fase di appalto per l’intero quartiere di Trentapiedi e parte di San Giuliano (via dei Pescatori / via Lido di Venere) per 1.700.000€ (f.di nazionali Piano x le Città), i lavori per il rifacimento degli asfalti e la realizzazione della rotonda via Lido di Venere/Lungomare Dante Alighieri, nonché per la manutenzione e nuovi marciapiedi, l’ammodernamento a Led dell’illuminazione pubblica e opere di arredo urbano. Al pari in fase di appalto per il quartiere di San Giuliano, il rifacimento delle palazzine di via dei Pescatori, zona “ferro di cavallo”) per €4.000.000 comprensivi dei lavori di sistemazione delle aree adiacenti. Ed ancora, in appalto nel 2015 il Contratto di Quartiere di San Giuliano per circa 6.000.0000€ per il rifacimento di 10 palazzine in via Ciullo D’Alcamo, delle opere urbanizzazione (strade, fognature, rete idrica e cisterne condominiali per tutte le palazzine popolari, l’ammodernamento a Led della pubblica illuminazione, il rifacimento esterno e prospetti della palestra di San Giuliano, la realizzazione della rotonda di via Madonna di Fatima antistante il carcere, e la riqualificazione della piazza Pagoto).
Eseguite le opere di riqualificazione dei prospetti e locali del Centro Sociale ed uffici di San
Giuliano e nel centro storico. In corso di appalto la riqualificazione dell’ex Centro sociale di Via Apollinis nel centro storico di Erice. Nel 2015, al pari in appalto alcuni interventi per la migliore fruizione dei Centri Sociali Rosmini e di Ballata.
RIQUALIFICAZIONE COSTIERA: in appalto nel 2015 (finanziamenti nazionali Piano per le Città) il progetto di 1.300.000€ per la valorizzazione/arredo turistico-balneare del LUNGOMARE DANTE ALIGHIERI, comprensivo della realizzazione della rotonda di San Cusumano. Candidato a finanziamento statale (fondi 8×1000) il progetto di riqualificazione della spiaggia di Cala Giunone a Pizzolungo x 120.000€. Nel 2015 finanziata la realizzazione di un Lido per Disabili in seno alla Spiaggia di San Giuliano.
SANITA’ e SERVIZI SOVRACOMUNALI DIVERSI: per la realizzazione del 1°step del servizio di RADIOTERAPIA la Regione non ha più alibi. Come Comune abbiamo ceduto le aree e abbiamo tutte le carte a posto. L’Asp ha il progetto. Se la Regione non mette i soldi abbiamo dichiarato all’Ass. Lucia Borsellino pochi giorni fa (ed al riguardo aspettiamo per Gennaio la
convocazione di una apposita conferenza di servizi), siamo disponibili a co-finanziare i necessari 3.400.000€ in deroga al Patto di Stabilità.

PIANO PARCHEGGI / CITTADELLA DELLA SALUTE: dopo la decorsa sperimentazione, siamo
disponibili alla riattivazione di un servizio a parcheggio comunale custodito anche interno all’area del demanio regionale sanitario, a condizione che si valuti la messa a fruizione pubblica dell’area a verde interna ed il potenziamento del servizio di sterilizzazione
canina.
GIARDINO DEGLI AROMI e OSTELLO DELLA GIOVENTÙ (entrambe di proprietà dell’ex Provincia): confermeremo nel 2015 (come reiteratamente fatto con i predecessori) al nuovo Commissario del Libero Consorzio la disponibilità alla gestione, anche indiretta e con valorizzazione economica, previo formale affidamento al Comune di entrambi i beni.
AREA MERCATALE (mercatino del lunedì): nel 2015 dovremmo conseguire il finanziamento per la realizzazione di una nuova area di ammassamento di Protezione Civile, come da progetto candidato, su aree retrostanti l’Ospedale S. Antonio. Area in via ordinaria da potersi utilizzare a servizio parcheggi dello stesso Ospedale e per il Mercatino del Lunedì, trasferendolo dall’attuale Piazza Rostagno (già Piazza Lucca).
MERCATO DEL CONTADINO, in via sperimentale nel 2015, previa intesa con Associazioni di settore, da potenziarsi con offerta servizi per riciclo articoli / usato.
CENTRO STORICO DI ERICE: nel 2014 insignito della bandiera dei “Borghi più belli d’Italia”, si fregia, dopo 60 anni, della rifunzionalizzazione della TORRETTA PEPOLI, “faro di Pace nel Mediterraneo”. Mentre i lavori di recupero e rifunzionalizzazione dell’albergo Igea e Convento San Carlo, a causa delle vicende giudiziarie interessanti le imprese esecutrici, hanno subito una battuta di arresto di alcuni mesi, rimandandone al 2015 la consegna alla città, sono stati avviati i primi lavori per l’ammodernamento della segnaletica turistica con la collocazione dei totem turistico-informativi. Candidato, per il tramite della Soprintendenza, il progetto per la rifunzionalizzazione ambientale e multimediale del Castello di Venere. Nel 2015 e’ prevista l’inaugurazione della nuova sezione del Museo Cordici, con la definitiva allocazione della “Annunciazione” del Gagini.
VALORIZZAZIONE E TUTELA MONTE ERICE: e’ proseguita con ottimi risultati l’attività sistemica e sinergica di prevenzione incendi. Il Monte Erice, però, non può rimanere solo un “monte mummificato” da vincoli, il cui patrimonio arboreo demaniale regionale in larga parte e’ ormai stato distrutto dagli incendi dolosi, seppur rimane pressoché intatta la  testimonianza arborea comunale (le pinete attorno alle Mura Elimo-Puniche del centro storico). La migliore tutela e’ far RIVIVERE IL MONTE, ovviamente in una dimensione anche diversa rispetto al passato: in tale direzione la vigente ridefinizione del vincolo boschivo forestale, nonostante la crisi economica imperante, può consentire investimenti mirati per il recupero ed ampliamento di ruderi e manufatti esistenti. Accanto al classico investimento di tipo edilizio/residenziale e/o turistico, l’idea di trasformare il Monte Erice in un Parco sportivo naturale (dal bike park per la mountain bike al downhill, dalla sentieristica al trekking, alle scalate su roccia, al parapendio, al parco avventura/giochi). In tale direzione, in economia e con l’ausilio di Associazioni oltre che dell’Azienda Foreste, già nel corrente anno alcune opere sono state eseguite, per altre sono in corso convenzioni, e comunque verrà proposto nel 2015 il co-finanziamento pubblico privato per alcune misure, mentre si ricandiderà agli Assessorati regionali taluni dei progetti prima indicati. Il Monte Erice va pero’ tutelato anche sotto il profilo paesaggistico – ambientale dalla indisciplinata foresta
di antenne per le telecomunicazioni, peraltro non facilmente monitorabili sulla potenza delle emissioni / nocività per la salute. Il 2015 dovrebbe registrare l’accordo con il Demanio Foreste Regionali per la regolamentazione e gestione comunale di tali siti.
VIABILITÀ E SICUREZZA: Finanziata dalla Protezione Civile regionale il progetto comunale per la realizzazione della Rotonda di Milo. In fase di ripresa e ultimazione i lavori di messa in sicurezza, dalla stessa Protezione Civile, della “via di fuga” (Via Enea) a Pizzolungo. Nel 2015, in seno alla viabilità comunale a maggiore rischio sicurezza, verranno allocati e sperimentati dalla nostra Polizia Municipale particolari infrastrutturazioni stradali per mitigare la velocità di sprovveduti automobilisti e centauri. Realizzato il sistema di VIDEO SORVEGLIANZA nel quartiere di San Giuliano e parte di Casa Santa, così come nel
centro storico di Erice. Candidato al PON Sicurezza il completamento del sistema di video sorveglianza per Casa Santa e Pizzolungo (arterie principali e piazze).
POLITICHE SOCIALI, CULTURA & LEGALITÀ: non poca fatica e’ stata profusa, nonostante i tagli finanziari, per garantire i pregressi livelli di servizio sociale in favore delle famiglie/mondo scolastico: dai trasporti alla refezione per la materna ed al mantenimento delle materne comunali. In favore delle famiglie e dei soggetti in difficoltà ed a rischio, sono stati mantenuti i servizi di assistenza domiciliare, ricoveri, trasporti anche per i centri di riabilitazione/cura, borse lavoro e attività post scuola. Anche la nostra città, financo ospitando un centro Sprar in vetta, presta la propria collaborazione di fronte all’esodo dei migranti in cerca di libertà, diritti e futuro. Vasta e variegata l’azione di sostegno e collaborazione con i Comitati di Quartiere nelle varie Frazioni, protagonisti di una nuova
ed inedita per la città di Erice, partecipazione civica (dall’esame delle problematiche territoriali alle attività socio-culturali per il coinvolgimento / animazione delle locali comunità). Diverse le opportunità collaborative, anche a mezzo comodato gratuito di
locali e spazi comunali (Centri Sociali San Giuliano e Rosmini, scuola Ballata, ex gioielleria Virga (bene confiscato) magazzini e uffici Rigaletta – Milo), con numerose Associazioni culturali, sociali e di Protezione Civile, erogatrici di servizi e collaborazioni gratuite in favore del Comune. Insieme a Libera ed alle Scuole ericine, il “Non ti scordar di me”, in memoria dei fratellini Giuseppe e Salvatore e della loro mamma Barbara Asta, non ha rappresentato una ricorrenza, ma il seme del ricordo per fare memoria, ogni giorno e con iniziative diverse nei vari contesti quotidiani e difronte a vecchie e nuove mafie: dalla tratta ai fenomeni criminali dietro gli esodi immigratori; dalla violenza in danno dello sport a quella nei quartieri a rischio. Inaugurato in occasione del corposo e significativo evento Fly for PEACE, a conclusione dei Dialoghi di Pace in Erice della scorsa estate, in seno alla Torretta Pepoli / Faro di Pace nel Mediterraneo, nel 2015 l’attivazione del JournalWeb per mettere e fare rete per la Pace, per la cooperazione e per la collaborazione interstudentesca e intereligiosa nel Mediterraneo. L’inauguranda biblioteca di documentazione da “Cosa Nostra a Casa Nostra”, in seno ad un bene confiscato alla mafia e dedicata a Fulvio Sodano, Giuseppe e Salvatore e alla loro mamma Barbara Asta, diverrà un laboratorio scientifico-culturale anche sul web aperto alle iniziative ed alle riflessioni dei giovani e alle scuole della Sicilia. Nel 2015 anche i lavori per la rifunzionalizzazione dell’immobile acquisito sul luogo della strage di Pizzolungo, dedicato alla memoria ma anche alla partecipazione civico-sociale, nonché in favore della locale comunita’ sprovvista di servizi.
PARTECIPATE: FuniErice garantisce bilanci in equilibrio e si rivela sempre più un partner strategico per la promozione territoriale. Il nuovo e costoso comarketing (120.000€ annui) a sostegno dei voli low coast, da un lato aiuta a superare l’emergenza causata dal mancato finanziamento ex Provincia alla società Airgest per la gestione dello scalo trapanese, dall’altro necessita di una nuova strategia d’azione volta a contenere le correnti condizioni del monopolio Rynair, nonché, a mirare meglio su strategie turistico-promozionali nei ricchi mercati nord europei. La Fondazione Erice Arte si è rivelata un partner prezioso, non solo per la snella e funzionale gestione del circuito turistico-museale ericino, anche per l’indispensabile cofinanziamento di eventi culturali (es Erice’Natale / presepi per le vie del borgo) in seno al centro storico.
Due NEI …particolari, rispetto ai quali rilanciamo e reagiamo da “muntisi” testardi:
1) fenomeno RANDAGISMO: il mancato sinergico/concerto ASP + Ordine Veterinario + Comuni del comprensorio, vanifica gli sforzi posti in essere a fronte del dilagante fenomeno. La prevista realizzazione di un Fido Hotel in collaborazione con il Comune di Valderice e lo sforzo delle Associazioni animaliste dall’altro, si riveleranno inefficaci rispetto all’esigenza di una rigorosa e sinergica attività di controllo, monitoraggio e sterilizzazione a tappeto in tutto il comprensorio territoriale ex agro ericino e trapanese. In tale direzione, con l’ausilio della Prefettura, contiamo d’investire nel 2015 ogni utile sforzo operativo e collaborativo, oltre che finanziario possibile.
2) sospensione lavori bike sharing: non solo ha prodotto un rilevante danno d’immagine per la città, ma ha ritardato il completamento dei lavori di un’opera (…di fatto una novità “contraria” alle consolidate abitudini locali), utile alla promozione / fruizione turistica del territorio. Sviluppi 2015:
a) revoca in danno all’impresa esecutrice dell’illegittima variante / opere obbrobriose comprese;
b) riappalto per completamento lavori, come da progetto approvato originariamente dalla Giunta, entro il 30/09/2015, come da conseguita, di questi giorni, proroga ministeriale.

SHARE