Rubavano Rame. Tra gli arrestati anche una Guardia Particolare Giurata

43

La notte del 6 Gennaio, il personale della Polizia di Stato, in servizio presso la IV Sezione della Squadra Mobile di Trapani, deputata alla repressione dei reati contro il Patrimonio, unitamente a personale del Commissariato di P.S. di Marsala, traevano in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato: La Rosa Eros classe 85’, Guardia Particolare Giurata, Struppa Giuseppe, classe 66’ e LIcinio Massimo, classe 70.

In particolare durante un servizio di controllo nel territorio di Marsala, nei pressi del “Baglio Hopps”, struttura adibita a stabilimento per la produzione di vino, attualmente in disuso e sottoposta a sequestro fallimentare, ai danni della quale, negli ultimi mesi,erano stati perpetrati numerosi furti, sono stati colti in flagranza di reato i tre soggetti sopra indicati.

STRUPPA Giuseppe LICINO Massimo LA ROSA Eros Dalle indagini si è scoperto che i ladri colpivano grazie all’aiuto della guardia particolare giurata, la quale  appartenente ad un istituto di vigilanza deputato al controllo sul bene, aveva il compito di consentire l’ingresso dei complici all’interno dello stabile, garantendo loro, al contempo, di poter operare indisturbati.

In particolare, lo STRUPPA ed il LICINIO, unitamente ad un terzo soggetto poi datosi alla fuga, erano giunti all’interno del BAGLIO alla guida di un furgone a noleggio su cui avrebbero dovuto caricare il provento del furto.

Il pronto intervento del personale di Polizia consentiva di interrompere l’attività criminosa e di catturare lo STRUPPA ed il LICINIO che già avevano trasportato all’interno del furgone un motore elettrico .

Al momento dell’intervento la Guardia Particolare Giurata, veniva bloccata nei pressi della struttura attorno alla quale orbitava, con l’evidente intento di allertare i complici nel caso di sopravvenute difficoltà.

Le successive attività di accertamento consentivano di individuare il complice degli odierni arrestati che, dandosi a precipitosa fuga, lasciava all’interno del furgone il proprio giubbotto con numerosi effetti personali e documenti.

Quest’ultimo, G.G., veniva, quindi deferito alla Procura della Repubblica di Marsala a piede libero.

Dell’avvenuto arresto veniva dato avviso al Pm. di Turno presso la Procura della Repubblica di Marsala, Dott. Scalabrini, il quale disponeva la sottoposizione dei soggetti agli arresti domiciliari.

Sono tuttora in corso ulteriori indagini al fine di verificare se gli stessi soggetti siano stati autori di ulteriori furti perpetrati all’interno del “Baglio Hopps” negli scorsi mesi.

 

 

 

SHARE