Trapani, trovato pitbull ferito in seguito a combattimenti clandestini

83

Nella serata di ieri un pitbull di circa sette mesi, maschio, è stato ritrovato dagli agenti della Polizia Municipale di Trapani, diretti dal Comandante Biagio De Lio, all’interno dell’area di parcheggio del centro commerciale “Euronics”. Preoccupati per il suo stato di salute, gli impiegati dell’attività hanno avvisato il comando dei vigili. L’animale presentava diverse cicatrici sul viso e alcuni buchi sulle zampe. Tali ferite sono dovute probabilmente ai combattimenti clandestici nei quali veniva impiegato. Il cane aveva inoltre difficoltà a deambulare.

Del caso è stato subito informato telefonicamente il Capo della Segreteria Nazionale del Partito Animalista Europeo, Enrico Rizzi, il quale, recatosi personalmente sul posto ha dato supporto agli agenti del Corpo di Polizia Municipale intervenuti, in quanto gli stessi non riuscivano a contattare alcun medico veterinario. Il comune di Trapani infatti, non solo è sprovvisto di una struttura per poter ospitare animali in caso di estrema necessità, ma non ha neanche predisposto una apposita convenzione con un veterinario privato per eventuali urgenze/emergenze, da garantire H24. La situazione è stata risolta fortunatamente grazie al Capo del PAE, che ha chiesto ad un libero professionista presente in città di accogliere l’animale, vista la particolare situazione.

Enrico Rizzi, che domattina incontrerà nuovamente il Prefetto Leopoldo Falco, assieme ai vertici dell’ASP di Trapani, ha già espresso la sua volontà di discutere non solo del triste fenomeno del randagismo, ma anche della vergognosa piaga dei combattimenti tra cani, ormai sotto gli occhi di tutti, presente anche a Trapani.

SHARE