Emergenza rifiuti – Ruggirello scrive al comune di Trapani per trovare una soluzione

74

L’attenzione del Deputato di Articolo 4 Paolo Ruggirello rimane centrata sull’emergenza rifiuti di Trapani e dell’intera regione.[su_spacer]

Il politico trapanese si rivolge direttamente all’amministrazione comunale di Trapani per seguire una linea programmatica, ad oggi mancata, che consentirebbe di trovare una soluzione al conferimento dei rifiuti degli altri comuni ma soprattutto organizzando in maniera più efficiente il servizio in città. Nonostante, infatti, la presenza nel sito istituzionale di 2 bandi per l’affidamento della raccolta differenziata con il sistema di raccolta stradale e non quello porta a porta come aveva reclamizzato nel dicembre 2013, oggi, la percentuale di raccolta differenziata risulta essere ferma al 17% ben lontano da quel traguardo del 65% da raggiungere entro il prossimo 31 dicembre. Inoltre, il progetto di costituzione dell’ARO del Comune di Trapani, risulta essere fermo presso il servizio 5 del Dipartimento Acqua e Rifiuti per mancanza del visto del Dirigente del Settore Finanze del Comune di Trapani in quanto non vi sarebbe la dovuta copertura finanziaria.[su_spacer]

Oggi scadono, anche, gli effetti dell’Ordinanza del Presidente della Regione Siciliana, On. Rosario Crocetta, che ha consentito di derogare finora l’entrata in servizio delle SRR e dei vari ARO, Ambiti Raccolta Ottimali. “Ciò avrà – afferma Ruggirello – devastanti impatti sul Comune di Trapani perchè, in assenza dell’approvazione del progetto ARO, gli affidamenti in essere con la Società partecipata verrebbero meno, determinando un immediato blocco della raccolta dei rifiuti indifferenziati e quindi un’emergenza nel territorio”.[su_spacer]

Dal fronte regionale una notizia positiva riguarda l’approvazione della variazione al piano abbancamenti della discarica del lotto F di c.da Borranea, gestita dalla Società Trapani Servizi S.p.A., che consentirà di ricavare un’ulteriore capacità di conferimento di circa 16.000 tonnellate. il Dipartimento Regionale Acqua e Rifiuti, potrebbe così autorizzare altri comuni, oltre a quello di Trapani, a conferire presso la discarica di Borranea. Attualmente i 12 comuni della SRR “Trapani Nord” conferiscono presso la discarica di Grotta S.Giorgio nel territorio del Comune di Catania.[su_spacer]

Ma la situazione impiantistica regionale risulta essere comunque al collasso; difatti se la discarica di Siculiana potrebbe aprire i cancelli già da lunedì 19 gennaio, altri impianti sono oramai prossimi alla chiusura quali Motta S.Anastasia, Grotte S.Giorgio e per ultimo la discarica di Campobello di Mazara che a febbraio prossimo potrebbe esaurirsi.

SHARE