Pantelleria, ritrovato ordigno bellico risalente alla Seconda guerra mondiale

74

Un ordigno bellico inesploso risalente al secondo conflitto mondiale è stato rinvenuto nell’isola di Pantelleria in località San. Vito.  Non è la prima volta che un ordigno viene
trovato su quest’isola.[su_spacer]
Sul posto è intervenuta una squadra specializzata del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo, alle dipendenze della Brigata Aosta di Messina; i guastatori entrati in azione possiedono una particolare specializzazione EOD (Explosive Ordnance Disposal) ma sono più comunemente indicati come artificieri.
Il manufatto è stato identificato dai militari come una bomba da mortaio Brixia italiana da 45 mm mod. 35, l’ordigno è stato rinvenuto in un pessimo stato di conservazione, motivo per il quale, essendo impossibilitati allo spostamento, è stato distrutto nello stesso luogo di ritrovamento.[su_spacer]ordigno2
La bomba era stata trovata alcuni giorni prima da una turista che percorreva un sentiero naturalistico dell’isola che conduce al lago di Venere. Dall’inizio dell’anno gli specialisti dell’Esercito del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo hanno già portato a termine 3 interventi di bonifica nel territorio siciliano, con il relativo disinnesco o distruzione degli
ordigni rinvenuti. L’Esercito è l’unica Forza Armata preposta alla formazione degli artificieri
di tutte le forze di polizia, forze armate e corpi armati dello stato.

SHARE