Grande affluenza presso gli sportelli, cittadini indignati contro EAS

80

Prima a Paceco presso la Biblioteca Comunale, poi presso la sede del Movimento “Erice che Vogliamo” che ha messo a disposizione sia la propria sede di via Corridoni, i legali dell’Associazione CO.DI.CI. hanno dato informazioni agli utenti che in questi giorni si sono visti recapitare le eccedenze EAS 2008/2009 potendone prendere visione. “Non possiamo sottacere gli errori grossolani ed evidenti commessi da EAS persino nella stampa dei bollettini che riportano codici fiscali errati, scadenze diverse rispetto a quanto riportato in fattura, consumi triplicati nel 2009 rispetto al 2008, avvisi di mancato pagamento di vecchie bollette in realtà regolarmente pagate dai cittadini, fatture intestate a gente deceduta anni addietro ed altro ancora – commentano l’Avv.Vincenzo Maltese, e l’Avv. Filippo Spanò della delegazione provinciale di CO.DI.CI. Sicilia.[su_spacer]

A questo punto non è escluso che chiederemo di annullare le fatture emesse, che la Regione e gli organi competenti effettuino i dovuti controlli anche nei confronti della ditta che ha vinto l’appalto per la stampa e l’invio delle eccedenze 2008/2009, che la Corte dei Conti accerti eventuali ipotesi di danno erariale considerando anche i danni ai Comuni che potrebbero perdere ogni possibilità di incassare i canoni fognari e depurativi.

Vista la notevole affluenza, ricordiamo che i volontari dell’Ass. CO.DI.CI. saranno a disposizione martedì 20 gennaio dalle 15,30 alle 17,30 a Rigaletta-Milo presso Uffici Comunali, dalle 17 alle 19 in via Corridoni ad Erice C.S. assieme ai militanti del Movimento “Erice che Vogliamo” e a Paceco presso Biblioteca Comunale dalla 17,30 alle 19,30.

SHARE